Aversa

Videosorveglianza, Della Valle: “E’ ottima ma bloccata da mancata manutenzione”

Aversa – “Le telecamere fatte installare dal sottoscritto quale assessore della giunta Ciaramella non sono né di pessima qualità né in bianco e nero, ma a colori, a bloccarle oggi è la mancata manutenzione degli ultimi tre anni”. Gino Della Valle, consigliere comunale di Fi, già assessore alla polizia municipale, risponde al sindaco Giuseppe Sagliocco che aveva parlato di telecamere di videosorveglianza obsolete e non utilizzabili dagli inquirenti in quanto offrono immagini qualitativamente non eccelse.

“Ovviamente – continua l’esponente azzurro – non erano di ultimissima generazione, anche perché le comprammo grazie ai proventi delle contravvenzioni al codice della strada e non avevamo certamente a disposizione i fondi pingui del Piu Europa anche se, voglio sottolineare che, così, come per tanti altri finanziamenti, questo per il wireless che il sindaco sbandiera lo ha trovato già pronto grazie alla precedente amministrazione guidata da Mimmo Ciaramella”.

A proposito di questo appalto relativo alla rete wireless, lo stesso Della Valle afferma: “Non capisco lo spezzettamento in due tronconi del progetto e, quindi, degli appalti. Ho fatto mesi fa un’interrogazione della quale attendevo ancora la risposta orale in consiglio comunale. In considerazione del tempo trascorso, l’ho ritirata e ripresentata con richiesta di risposta scritta che doveva aversi entro trenta giorni. Termine ampiamente trascorso senza alcun riscontro”.

Un ultimo accenno il consigliere azzurro lo dedica ai varchi di accesso a quella che sarà la nuova zona a traffico limitato e conclude: “I varchi elettronici di cui parla il sindaco non sono previsti nel progetto del wireless e non capisco come, al momento, si possano controllare gli accessi considerato che non si vogliono utilizzare i pilomat già presenti. A meno che non si voglia continuare a collocare transenne mobili antidiluviane o auto della polizia municipale con agenti a bordo fermi lì per intere giornate”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico