Aversa

L’assessore Ros si dimette: “Troppe incomprensioni, non è giusto continuare”

Aversa – Le tensioni sorte nella maggioranza dopo le elezioni regionali mietono la prima “vittima”. Vittorio Ros, assessore di riferimento del Nuovo Centrodestra, con delega alle Attività produttive, ha rassegnato le dimissioni dall’incarico.

Il partito di Alfano, in attesa di un chiarimento da parte del sindaco Sagliocco circa la connotazione politica della maggioranza, inizialmente di centrodestra ma compromessa dopo “l’insalata” delle regionali, dove ognuno ha votato, in estrema sintesi, come gli pareva, si era posto in una fase di attesa sia con l’assessore Ros che con il consigliere comunale Domenico Palmieri. Chiarimento che è tardato ad arrivare e che, come sottolinea Ros nella sua lettera di dimissioni, ha creato un “forte imbarazzo” nei confronti dei cittadini.

Quello di Ros, tuttavia, è un addio “soft”. Tra le motivazioni, oltre a quelle politiche, ve ne sarebbero anche personali, legate agli impegni lavorativi che gli rendono difficile conciliare l’attività professionale con quella istituzionale. Anzi, lui fa sapere al sindaco di essere disponibile ad introdurre il suo sostituto nell’attività amministrativa.

Ecco la lettera inviata al sindaco:

Caro Signor Sindaco, con la presente rassegno formalmente le mie dimissioni dall’incarico di Assessore della Giunta Municipale di Aversa e rimetto le relative deleghe da Lei affidatemi.

Nel corso degli ultimi mesi si sono registrate varie incomprensioni tra la maggioranza che sostiene la Giunta ed il gruppo politico di mia espressione, culminate alle ultime elezioni nel sostegno al centro-sinistra da parte di alcuni componenti della stessa maggioranza. Tale situazione è motivo di forte imbarazzo nei confronti dei cittadini che a suo tempo espressero l’amministrazione di centro-destra. E’ chiara ormai da alcune settimane la presa di posizione del Nuovo Centrodestra ed ancora ad oggi non trova risposta. Non sarebbe giusto continuare ad occupare una posizione di visibilità, con un incarico remunerato, attraverso un ruolo che è in quota ad un partito che lamenta alcune incomprensioni politiche, senza la giusta serenità che oggi non ho più, per un insieme di cause politiche e personali.

Inoltre, per me è diventato sempre più problematico conciliare impegni professionali e privati con un’azione amministrativa efficace e continua. Con senso di responsabilità, correttezza, umiltà ed impegno quotidianamente spesi, ho messo a disposizione dell’intera comunità le mie specifiche competenze e la professionalità acquisita nel tempo per rendere un servizio nell’interesse della mia città e dei suoi abitanti. Ciò ha sottratto inevitabilmente tempo ed energie alla mia famiglia e al mio lavoro ed è un sacrificio che io ho fatto perché ho avuto la certezza che il mio ruolo di “tecnico” avrebbe contribuito alla gestione di una città complessa ma vivace come è la nostra.

Con la consapevolezza che Lei saprà effettuare una scelta giusta e lungimirante nell’individuare il mio sostituto, metto a disposizione la mia modesta esperienza per coadiuvarlo nella sua futura attività amministrativa. Ciò che ho fatto e ciò che ancora avrei potuto realizzare, di più e meglio, lo rimetto al giudizio altrui. L’unico forte rammarico è il non essere riuscito a far concludere gli accordi territoriali per le locazioni. Ciò avrebbe portato un immediato beneficio, in termini di risparmio di imposta, ai locatari e ai locatori di Aversa, facendo non solo emergere le locazioni al nero ma anche calmierare i canoni di locazione. Purtroppo la poco lungimiranza di alcuni esponenti sindacali provinciali, mostrata durante il tavolo delle trattative, ha bloccato il deposito di accordi ormai elaborati, grazie anche alla fondamentale collaborazione dell’Ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate di Aversa.

Colgo questo momento per rinnovare la stima nei suoi confronti e ringraziare lei ed il consigliere Domenico Palmieri per avermi dato l’opportunità di fare un’esperienza, per me molto significativa, che ha contribuito in modo determinante alla mia crescita umana e politica. Durante questo periodo ho avuto modo di apprezzare le sue qualità di sindaco, in particolar modo la dedizione che l’ha portata più volte a sacrificare tempo e attenzione soprattutto alla sua famiglia, per il bene comune.

Allo stesso modo, ringrazio i colleghi assessori e consiglieri tutti per i quali nutro un sentimento di profonda stima. Con loro ho condiviso la passione e l’impegno nell’espletamento del ruolo amministrativo. In Giunta si è sempre lavorato in piena armonia, in un clima di grande disponibilità, condividendo le scelte, operando nella massima trasparenza e nel rigoroso rispetto della legalità, con l’unico obiettivo di dare risposte ai diversi problemi degli aversani. Un ringraziamento va ai Vigili urbani, ed in particolare al Comandante dott. Guarino, al ten. Torero e a Francesco Sparapane, quest’ultimo animato da notevole impegno professionale.

Ringrazio inoltre: la maggior parte dei dipendenti comunali, in particolare quelli dei miei settori di riferimento, il cui lavoro è una vera risorsa per la nostra città; il Segretario Generale dott.ssa Di Ronza; i dirigenti avv. Nerone e dott.ssa Accardo. Infine, mi sento in dovere di ringraziare i Cittadini tutti ed i Partiti di opposizione. Colgo l’occasione per augurare a Lei e all’intera Amministrazione buon lavoro. 

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico