Caserta Prov.

La maggioranza compatta con Sagliocco: “Contro il qualunquismo dilagante”

Aversa – Confermano il proprio sostegno al sindaco Sagliocco e una sostanziale una sostanziale adesione al progetto politico-amministrativo della coalizione di centrodestra, in segno di “serietà politica volta a fermare l’avanzata del qualunquismo dilagante”. Sono i consiglieri comunali della maggioranza (Mario Tozzi, Rosario Capasso, Nico Nobis, Francesco Perillo, Luciano Luciano,

Luigi Vargas, Salvatore della Vecchia, Stefano di Grazia, Gabriele Costanzo, Paolo Santulli, Guseppe Stabile, Raffaele Marino) che in un documento spazzano via le voci di una imminente “caduta” dell’amministrazione in carica.

Ecco quanto affermano: “A seguito delle elezioni provinciali e regionali alcuni consiglieri di maggioranza hanno mostrato ripetuti segni di insofferenza. Ciò ha giustamente determinato una forte preoccupazione tra le forze di tale maggioranza che in questi tre anni hanno sempre sostenuto lealmente l’azione amministrativa, condividendo spesso scelte difficili, ma sempre dettate dalla volontà di salvaguardare il bene della collettività.

Al fine di imprimere un’accelerazione ed avviare una nuova stagione politica, da più parti veniva richiesto l’azzeramento della giunta. A seguito di ciò il sindaco ha avviato un ciclo di consultazioni con le forze di maggioranza. A prescindere dalla posizione personale del sindaco Sagliocco, due elementi hanno giocato un ruolo determinante nel far sì che si rompessero gli indugi che una nuova fase fosse avviata. La consapevolezza che le motivazioni che avevano portato un rallentamento dell’azione politica determinate più da esigenze di visibilità personale che da vere e proprie divergenze politiche.

Queste esigenze, del resto, hanno caratterizzato la vita politica della nostra città. Si sente perciò l’esigenza di riportare la dialettica politica cittadina dell’alveo della normalità, con un sindaco ed una maggioranza che porteranno a termine il mandato elettorale ed una opposizione che non sempre funge da stimolo.

Per arrivare a questo, però, occorre che le forze politiche di maggioranza rendano inefficace l’azione destabilizzante dei singoli o di piccoli gruppi, facendo prevalere una volta per tutte la logica delle idee e dei programmi.

In secondo luogo, la percezione del sindaco, maturata attraverso consultazioni con i partiti ed i singoli consiglieri, e che l’esigenza di stabilità ora da tutti condivisa. Tutti si dichiarano, tranne uno, pronti a definire punti programmatici sulla base dei quali condividere responsabilità di governo cittadino oltre quei punti già realizzati.

È sotto gli occhi di tutti come la Città sia diventata un cantiere con l’esecuzione di importanti opere quali via Di Iasi, via Roma, Parco Pozzi, Viale Olimpico e tanto ancora, dopo l’istituzione del Tribunale di Napoli Nord. Grande attenzione, inoltre, è stata dedicata al settore culturale con, in particolare, il festival Jommelli/Cimarosa che ha ottenuto riconoscimenti nazionali ed internazionali.

Altri punti programmatici che vanno perseguiti e la cui realizzazione segnerà una fase storica per la Città di Aversa e, un momento significativo di questa amministrazione, sarà la redazione del Puc, sul quale si auspica che tutte le forze politiche saranno il loro fattivo contributo; la riqualificazione di Piazza Marconi; i Sagrati delle cento Chiese; il completamento di San Domenico da destinarsi a sede del Giudice di Pace”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico