Trentola Ducenta

Green Economy, il progetto di bonifica degli alunni trentolesi

Trentola - Green Economy

Trentola Ducenta – Si è svolta in un clima festoso e denso di soddisfazione la cerimonia di premiazione organizzata dall’Istituto di Istruzione Superiore di Aversa, che comprende il Liceo Scientifico e Artistico di Trentola Ducenta, con il patrocinio dell’Amministrazione della Città di Trentola Ducenta della classe 3 A – Scienze applicate, che si è classificata al secondo posto del concorso nazionale intitolato “Lo sviluppo locale che vorrei: equo e sostenibile” giunto alla quarta edizione promosso dall’associazione “Articolo Novantanove” (l’associazione dei già consiglieri del Cnel, costituita nel 2010 con lo scopo di “divulgare, in particolare  fra i giovani, le peculiarità dell’istituzione del Cnel ed i risultati delle sue attività”) in collaborazione con l’Anp (Associazione Nazionale dei Dirigenti e Alte Professionalità della Scuola) e col patrocinio, tra gli altri, del Ministero dell’Ambiente e dell’Istat.

E’ stata una cerimonia di premiazione molto interessante e foriera di tante soddisfazioni non solo per la classe Terza A – Indirizzo delle Scienze Applicate, bensì per tutte le scolaresche. Davvero un grande successo è stato ottenuto dall’istituto diretto dal preside Gennaro Caiazzo.

Il concorso, che si svolge a livello nazionale, si pone degli obiettivi dall’importanza straordinaria, considerando il degrado ambientale che non interessa solo la cosiddetta “Terra dei fuochi” ma tutto il territorio nazionale, tra i quali: “promuovere l’interesse e l’educazione dello sviluppo locale equo e sostenibile […]; sollecitare lo spirito di autoimprenditorialità dei giovani, offrendo percorsi volti a consentire l’accesso alle risorse disponibili”.

La classe, sotto la supervisione e l’attenta guida del professore Giosuè di Maro, docente di Scienze, in collaborazione con il professore Arturo Fusco, docente di Matematica e Fisica, ha elaborato una proposta progettuale davvero innovativa ed originale: in sintesi si tratta un’attività produttiva ai fini di uno sviluppo ecosostenibile, dal titolo “La Green Economy. Disinquinare: dalla canna comune al biogas. Per uno sviluppo ecosostenibile del nostro territorio” sulla base del recupero delle tradizioni locali per la valorizzazione delle risorse del territorio.

I ragazzi hanno creato un progetto di bonifica del territorio attraverso la produzione di canne che hanno sui terreni fortemente inquinati, come quelli dei nostri Comuni, un’azione di bonifica grazie alla capacità di assorbimento di metalli pesanti che possono essere causa di gravi malattie tumorali. Presenti alla cerimonia di premiazione, il sindaco di Trentola Ducenta Michele Griffo, i dirigenti scolastici Gennaro Caiazzo e Michel Di Martino rispettivamente del Liceo Scientifico e della Scuola Media di Trentola Ducenta, il dsga del Liceo Salvatore Grammatico, la Vice presidente provinciale dell’Ano, Adele Vairo, il vicepresidente dell’associazione “Articolo Novantanove”, Andrea Gianfagna e Camilla Bernabei, Segretaria provinciale di Cgil Scuola.

La classe è stata premiata durante la cerimonia che si è tenuta nell’aula consiliare dove il presidente della commissione giudicatrice Andrea Gianfagna ha consegnato nelle mani dei ragazzi la ricevuta del bonifico dal valore di  1500 euro,  finalizzato a un viaggio d’istruzione o all’acquisto di strumenti informatici, e di una targa al dirigente dell’IIS di Aversa. Un ulteriore merito va ai ragazzi vincitori del premio che hanno voluto devolvere parte del premio ricevuto in favore delle popolazioni del Nepal, colpite dal violentissimo terremoto.

L’intervento del dirigente scolastico, professor Gennaro Caiazzo

In questa splendida cornice dell’aula consiliare della città di Trentola Ducenta, a nome mio personale e dell’istituzione scolastica che rappresento, è con dovere,  vivo piacere  e profonda soddisfazione dare il benvenuto e salutare tutti gli intervenuti, in occasione di questa bella cerimonia di premiazione della scolaresca della classe 3^ A- Indirizzo S.A.- del Liceo scientifico,  risultata vincitrice del secondo posto al concorso nazionale “Lo sviluppo locale che vorrei: equo e sostenibile”,  guidata  ottimamente dal docente tutor, prof. G. Di Maro, in collaborazione con la prof.ssa B. Vanacore e il prof. A. Fusco.

In primo luogo, voglio ringraziare il sindaco M. Griffo che è stato sempre disponibile per il funzionamento della scuola  ha patrocinato la manifestazione di premiazione  e messo a disposizione la struttura comunale; le autorità municipali, il dott. A. Gianfagna, Presidente della Commissione giudicatrice del premio, promosso dall’Associazione “Articolo Novantanove”, in collaborazione con l’Anp e l’Istat, la prof.ssa A. Vairo, Dirigente scolastico e Vice-Presidente dell’Anp provinciale,  perché, in virtù del Concorso, il nostro Liceo si è fatto conoscere ed apprezzare in un contesto molto più ampio, i rappresentanti delle Istituzioni, delle associazioni presenti e del mondo dell cultura,  i Dirigenti scolastici, tutti i docenti e il personale della scuola, il Dsga, gli alunni partecipanti e i loro accompagnatori, i genitori, la cui presenza e fiducia sono sempre di stimolo per l’azione della scuola, che  riesce a risplendere  di luce propria, perché, malgrado tutto,  i docenti e il personale Ata continuano a credere ed a impegnarsi nel proprio lavoro, pur con strutture poco adatte e non del tutto funzionali.

Particolarmente sentito e doveroso il ringraziamento alla dott.ssa C. Bernabei, segreteria prov.le della Cgil, che con lieta sorpresa è presente qui con noi, perché, oltre ad apprezzare l’idea progettuale degli studenti, ha già espresso la piena convinzione  di  portare avanti il discorso dal punto di vista sociale e produttivo, attraverso il coinvolgimento  dei Sindacati, delle Istituzioni, delle forze imprenditoriali. Un punto pienamente condiviso dai presenti, in primo luogo dal Sindaco M. Griffo, che si è impegnato a contattare le forze del mondo del lavoro.

Ringraziamenti quindi a quanti fanno parte della comunità del Liceo Scientifico per il contributo che giorno per giorno, con passione e abnegazione, con dedizione  e  riconosciute/ apprezzate capacità, danno al processo formativo per gli alunni e di crescita culturale per tutte le popolazioni dei Comuni  che afferiscono alle attività del Liceo.

Ovviamente sentimenti di profonda e viva riconoscenza esprimo alla scolaresca vincitrice del premio  e al prof. G. Di Maro che, oltre a saper guidare con diligenza e serietà gli alunni,  si è sempre prodigato durante l’intero anno per la partecipazione degli studenti a iniziative di grande interesse sul piano nazionale,  a manifestazioni, con la preziosa collaborazione dell’intero corpo docente e del personale Ata, evidenziando un forte senso di responsabilità ed un impegno straordinario,  proiettando così il nostro Istituto in un contesto più ampio e stimolante. Per quanto concerne l’idea progettuale e la sua valenza sul piano socio-culturale e produttivo, sarà oggetto di illustrazione a cura della scolaresca e del docente.

Un plauso al prof. De Caprio e la prof.ssa Carbone,  resp. li sedi, che, insieme a tutti gli altri docenti, si sono prodigati per la migliore riuscita di questa manifestazione. Congratulazioni agli allievi per i brillanti risultati raggiunti,  per la meritata affermazione,  sul piano nazionale, frutto di lavoro e applicazione costanti,  di  passione, di serietà, che sia di sprone e di esempio per tutta la comunità liceale.

Un grazie di cuore agli studenti tutti anche  per il generoso gesto di solidarietà: infatti hanno voluto destinare una parte dei fondi (Premio di 1500 euro) all’associazione “Emegency Medici Senza Frontiere per il Nepal”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico