Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

Gazebo e tettoie, approvato il regolamento

Marcianise – Nella seduta del 17 giugno, il Consiglio comunale ha approvato il regolamento, promosso dall’amministrazione De Angelis, attraverso il sindaco Antonio De Angelis e l’assessore all’Urbanistica, l’ingegnere Rosa Maiorino, disciplinante la delimitazione di spazi, nonché l’installazione di dehors su suolo pubblico, o privato purché gravato da servitù ad uso pubblico, per tutte le attività commerciali che ne necessitano.

Il testo, che sarà pubblicato nei prossimi giorni sul sito web del Comune, definisce innanzitutto le tipologie di strutture rientranti nella categoria dei dehors, ovvero: gazebo, tettoie, pergolati, porticati, ombrelloni, tende solari retrattili, occupazione del suolo con elementi di completamento, pensiline.

Per la loro installazione, i richiedenti dovranno produrre apposita domanda, corredata da tutti gli elaborati tecnici, rivolta al sindaco e presentata al Suap che dovrà effettuare i riscontri propedeutici al rilascio dell’autorizzazione entro i successivi 90 giorni.   Una volta ottenuta, la concessione sarà a tempo determinato e non potrà comunque superare la durata di cinque anni.

Nel disciplinare sono altresì stabiliti i parametri e le prescrizioni a cui dovranno attenersi gli operatori interessati. Tra gli altri, è previsto che i dehors siano realizzati con forme, materiali e colori dettagliatamente indicati in risposta ad esigenze di decoro urbano, e che siano smontabili con facilità. Si richiede, pertanto, che essi siano fissati mediante appositi sistemi di ancoraggio con ganci ed attacchi amovibili, e comunque senza escavazioni né ancoraggi ad edifici esistenti, ad eccezione, per questo ultimo caso, di tende solari retrattili e pensiline.

Definite anche le aree su cui sarà consentita l’occupazione:  una parte della zona pavimentata, in caso di area verde;  porzioni di carreggiata, poste in contiguità al ciglio del marciapiede per una fascia avente profondità non superiore ai 2 metri;  zone a traffico limitato, purché  il dehors non crei intralcio alla circolazione di mezzi di soccorso,  di pedoni e di persone con limitata o impedita capacità motoria; piazze, dove sarà possibile però soltanto l’impiego di “tende a braccio”; piazzole di sosta e aree a parcheggio; marciapiedi di larghezza oltre i 2,50 metri; spazi antistanti i fabbricati di proprietà privata e non facenti parte della sezione stradale. Sarà invece assolutamente vietata l’installazione di qualsivoglia struttura sui sagrati delle Chiese.

Anche i dehors già esistenti dovranno essere adeguati ai nuovi dettami, entro 12 mesi dalla data di approvazione del regolamento, attraverso la presentazione di apposita istanza, corredata dalla precedente autorizzazione.

E’ inoltre previsto che il disciplinare sia oggetto di revisione, se necessario, entro un anno dalla sua applicazione, previa consultazione dei residenti e delle associazioni di categoria mediante le forme di concertazione stabilite dalla legge.

In proposito il sindaco De Angelis: “Il sopraggiungere dell’estate ha reso più che mai indispensabile questo strumento affinché fosse regolamentato un settore dominato dall’abusivismo, ed in pieno contrasto con le più elementari norme di libera concorrenza.  Riteniamo, infatti, fondamentale promuovere sempre la legalità, anche attraverso operazioni di questo tipo”.

“Imponente è stato il lavoro profuso per raggiungere questo risultato. – ha spiegato l’assessore Maiorino – Più volte mi sono confrontata con il primo cittadino e con la II commissione consiliare, che ringrazio, anche a nome del sindaco, per l’impegno e per le numerose ed utili osservazioni mosse.  Il testo è stato dettagliatamente analizzato in ognuno dei punti in modo che fosse perfettamente ‘cucito’ sulla città, che tenesse cioè in debito conto la sua conformazione e le sue caratteristiche”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico