Aversa

Forza Italia, chi è contro la sezione aversana sarà espulso

Aversa – I consiglieri comunali e gli assessori che non seguono le direttive della sezione cittadina di Forza Italia saranno espulsi dal partito. A dichiararlo saranno i responsabili provinciale e regionale degli azzurri che nelle prossime ore riceveranno una relazione del loro comportamento trasmessa dal commissario cittadino Paolo Galluccio.

In particolare, verrà relazionato il perdurare del comportamento ostruzionistico attuato nei confronti del responsabile locale del partito che, dopo aver più volte invitato i cinque consiglieri e i due assessori alle riunioni organizzative, come per l’ultima, tenuta nella serata di mercoledì, finalizzata ad indicare una linea unitaria di comportamento in sede al Consiglio comunale, anche in previsione della prossima seduta di CONSIGLIO fissata, in prima convocazione, per ore 16 di lunedì 22 giugno, hanno continuato ad ignorare gli inviti ufficiali, trasmessi questa volta per lettera raccomandata.

La conseguenza è che Paolo Galluccio, come annunciato in più occasioni, chiederà l’espulsione dal partito di quanti si dichiarano azzurri ma, di fatto, non intendono seguire le linee operative indicate dal direttivo continuando a rappresentare esclusivamente se stessi in consiglio comunale.

Venuta meno l’ultima possibilità d’incontro, finalizzata a programmare un’azione politica comune, capace di cancellare quel duopolismo azzurro fino ad oggi esistente in consiglio comunale con un gruppo guidato da Tozzi che si dichiara di Forza Italia ma che, di fatto, è organico all’amministrazione ed un secondo gruppo seduto tra i banchi dell’opposizione guidato dal coordinatore cittadino, per Galluccio non c’è possibilità di scelta è sembra essere arrivato il momento di mettere fuori dal partito ufficialmente coloro che non intendono rispettarne le direttive.

Da qui la richiesta che verrà trasmessa a Sarro e De Siano perché i coordinatori provinciale e regionale ufficializzino una decisione imposta dal comportamento ostruzionistico degli azzurri guidati da Mario Tozzi, “oppositori” del nuovo corso anche in occasione delle elezioni provinciali e regionali che hanno confermato la validità del modo di gestire di Paolo Galluccio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico