Napoli

Maltempo, violento nubifragio a Napoli: metro allagata

Napoli – Il giorno del ciclone “Amnesia” è arrivato. Temporali anche a Napoli sono scoppiati in mattinata. Oltre 50 chiamate di soccorso sono giunte ai Vigili del Fuoco di Napoli nel giro di 20′ per un nubifragio abbattutosi sulla città pochi minuti prima delle 10. Da via Leonardo Bianchi, nella zona collinare dei Camaldoli, a Pianura, periferia occidentale, a Piazza Ottocalli, periferia orientale, sono stati segnalati allagamenti di negozi e sottoscala a causa della mancata tenuta delle fogne, invase dall’acqua piovana. In piazza Bellini un alberto è caduto in strada, abbattendosi su un’autovettura in sosta.

Il violento nubifragio ha causato l’allagamento della stazione sotterranea Piazza Garibaldi della Linea 2. Alle 10.20 il servizio metropolitano è stato sospeso. Ripristinata alle 13 la piena funzionalità, dunque dopo uno stop di circa tre ore. Ripercussioni anche per numerosi treni regionali con ritardi e cancellazioni.

Allagate anche le stazioni “Garibaldi” e “Municipio” della linea 1 della Metropolitana. I treni della linea 1 si fermano alla Stazione Dante, anche a causa di un passeggero colto da infarto, e soccorso dal 118. È la seconda volta che la stazione “Municipio” del Metrò linea 1, inaugurata il 2 giugno scorso, si allaga a causa della pioggia. La circolazione dei treni della linea 1 della metropolitana di Napoli è tornata regolare sull’intera tratta poco dopo le 12.

Per circa un paio d’ore si sono verificati problemi a causa del forte temporale che si è abbattuto sulla città e che ha causato l’allagamento delle stazioni Municipio e Garibaldi. La circolazione è stata inoltre limitata per circa 20 minuti sulla tratta Piscinola-Dante per via di un malore accusato da un passeggero a bordo di un convoglio che si trovava nella stazione Toledo. È stato quindi necessario l’intervento del 118.

Su Napoli – ha reso noto la Protezione Civile della Regione Campania – sono caduti 20 millimetri di pioggia in un’ora, tra le 9.30 e le 10.30. Le forti precipitazione hanno interessato anche l’area vesuviana, dove sono caduti 15 millimetri di pioggia. Il livello di criticità, tuttavia, è giallo, corrispondente al grado ordinario.

Oggi il ciclone si è spostato dal Nord al centro-Sud, portando con sé – oltre alle piogge – un calo di temperaturà. Secondo Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.ilmeteo.it, “la pressione tenderà ad aumentare su gran parte delle regioni quando, venerdì, Amnesia lascerà definitivamente l’Italia. Sembra confermata, inoltre, una nuova ondata di caldo africano verso fine mese”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico