Casandrino

Ambiente e controllo del territorio, in arrivo altre 5 telecamere

Casandrino – Stanno per essere accesi altri 5 occhi elettronici che monitoreranno e registreranno, ventiquattro ore su ventiquattro, altrettante strade cittadine, filmando gli sversamenti abusivi di rifiuti.

La prima telecamera è per via Po, una strada che collega Casandrino a Sant’Antimo, costantemente teatro di sversamenti indiscriminati di rifiuti, anche ingombranti. Via Marinaro, angolo via Catania, 2 telecamere filmeranno tutti gli incivili che si ostinano a non voler rispettare le regole elementari della raccolta differenziata. Anche via Lavinaio, all’altezza del ponte dell’Asse Mediano sta per avere il suo occhio elettronico, il secondo, per tenere sotto controllo una zona ad alto rischio. L’ultima è per viale Siracusa, altra strada oggetto di continui abbandoni di rifiuti.

La gestione delle nuove cinque telecamere è affidata al Cnr, Consorzio Nazionale Sicurezza, che periodicamente fornirà, così come già avviene per le altre sette telecamere in funzione, i filmati dei trasgressori. Sarà poi cura del comune provvedere ad elevare i verbali.

Il sistema, già collaudato, ha portato negli ultimi tempi a multare una 90 di trasgressori che, convinti di restare impuniti, abbandonavano rifiuti, per lo più assimilabili agli urbani, lungo le strade cittadine. Da una statistica interna del comune di Casandrino, è emerso che il 50% dei trasgressori è residente a Grumo Nevano, il 25% a Casandrino, il 10% a Sant’Antimo e il restante 15% negli altri comuni della zona. La strada ‘preferita’ dagli incivili è via Cilea.

“Con queste altre telecamere – dichiara l’assessore all’ecologia Alessandro Castaniere – andiamo a coprire maggiormente il territorio, cercando di porre un ulteriore freno agli sversamenti abusivi che sono una vera e propria piaga”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico