Frignano - Villa di Briano

Il sindaco Piatto inaugura il cantiere del nuovo cimitero

Frignano – Sabato 30 maggio, alle 11, alle spalle vecchio cimitero di Frignano, in via Croce di Aprano, si svolgerà la cerimonia di posa della prima pietra dell’ampliamento dell’attuale complesso; i lavori saranno eseguiti dal consorzio di costruttori Italgeco di Roma.

All’evento parteciperanno, tra gli altri, il sindaco Gabriele Piatto, il vicesindaco Vincenzo Mastroianni, l’assessore delegato Giuseppe Rurale, membri dell’amministrazione comunale, il rappresentante del consorzio Angelo Racioppoli e Vincenzo Caputo, amministratore della società di ingegneria Progeca di Capodrise, partner tecnico del progetto. Il rito della benedizione sarà ufficiato dai parroci don Luigi Cacciapuoti e don Roberto Caterino; seguiranno il taglio del nastro tricolore, l’apertura del cantiere e la posa della prima pietra. «Dopo anni di attesa – dichiara il sindaco Piatto -, l’ampliamento del cimitero diverrà realtà».

Il progetto prevede la realizzazione di 1865 loculi, di 67 cappelle gentilizie, di 72 campi di inumazione, di una chiesa con ossari, di un edificio servizi, di un parcheggio da 120 posti auto e di una strada di collegamento. L’intervento, di circa 5milioni di euro, non costerà un centesimo al Comune e sarà finanziato attraverso un project financing, formula di partenariato pubblico-privato in virtù della quale all’ente spetterà solo l’onere del controllo. Dovrà essere l’aggiudicatario a reperire le risorse necessarie a realizzare i manufatti e a gestire l’opera per il tempo necessario a recuperare il capitale investito, che, in parte, rientrerà dalla vendita di loculi e cappelle.

«Oggi – spiega Piatto -, il ricorso al mercato è dettato dalla crisi della finanza locale e dai limiti imposti dal patto di stabilità. Ritengo, tuttavia, che il partenariato sia anche l’occasione per ottenere infrastrutture ed erogare servizi avvalendosi della competenza tecnica e dell’efficienza gestionale del settore privato, a vantaggio del bene comune».

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico