Campania

Napoli, addetti alle pulizie bloccano tre depositi dell’Anm

Napoli – Protesta, martedì mattina, di un gruppo di lavoratori del consorzio Cmg, azienda che fornisce servizi di pulizia e manutenzione dei mezzi dell’Anm – Azienda napoletana mobilità.

Non pochi i disagi arrecati ai trasporti in città durante la prima mattinata. Gli addetti, infatti, hanno bloccato tre depositi dei bus di piazza Carlo III, San Giovanni e via delle Puglie, impedendo l’uscita degli autobus e dei tram dalle 5 alle 10.

I lavoratori lamentano il mancato pagamento degli stipendi di aprile, l’incertezza sul loro futuro e la carenza di sicurezza nei cantieri. “Indotto Anm, 228 lavoratori impoveriti ed esasperati. Basta!”, recitava uno struscione collocato davanti ai cancelli del deposito di piazza Carlo III.

Solo alle 10 i lavoratori hanno consentito la regolare uscita dei mezzi dai depositi, per poi recarsi in Comune per un incontro con il sindaco Luigi de Magistris. “Il primo cittadino – si legge in una nota dei sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt Uil e Ugl Trasporti – ha condiviso la necessità di rafforzare la già avviata sinergia tra Anm e Ctp, fino a prospettare la costituzione di una unica grande azienda pubblica nell’ambito della Città Metropolitana di Napoli”. I sindacati, nel manifestare “grande interesse e condivisione per il progetto”, hanno chiesto quanto segue: il mantenimento di tutti i servizi svolti dalla Ctp su Napoli e Caserta; la garanzia occupazionale per tutti i lavoratori; un flusso costante delle risorse economiche relative ai corrispettivi da contratto di servizio; il regolare pagamento delle retribuzioni nei tempi previsti; un piano di investimento per l’acquisto di nuovi autobus; un intervento, in sinergia con Anm, per lo sviluppo della rete filoviaria. Su questi punti – concludono i sindacati – il sindaco De Magistris ha espresso “piena condivisione”.

Da parte sua, l’Anm ha divulgato una dura nota: “La protesta improvvisa e immotivata dei lavoratori delle ditte di pulizia esterne ha impedito da stamattina alle ore 5 l’uscita regolare dei bus e tram dai depositi di San Giovanni, via Nazionale delle Puglie e Carlo III. Si tratta di una vertenza a cui l’Azienda Napoletana e l’amministrazione comunale sono del tutto estranee, una protesta illegittima e che non rispetta nessuna norma di legge”. Ritenendo “irresponsabile” il comportamento dei lavoratori e auspicando che le rivendicazioni dei lavoratori delle ditte di pulizia vengano riportate nelle sedi opportune, l’azienda annuncia che denuncerà i responsabili alla Procura per interruzione di pubblico servizio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico