Italia

“La scelta”: Ambra Angiolini e il figlio nato dallo stupro

Un nuovo film di Michele Placido arriva nelle sale il prossimo 2 aprile. Ambra Angiolini e Raul Bova sono i protagonisti di “La scelta”, una trama che è tratta dalla pièce di Pirandello “L’innesto”. Una storia particolare che ripercorre la violenza di cui è vittima una donna che sceglie di non rinunciare al figlio nato da quello stupro.

 “Ho affidato questa storia a due attori popolari perché non diventi troppo di nicchia, proprio come ha fatto Castellitto con Scamarcio in ‘Nessuno si salva da solo'” ha spiegato Placido, regista del film.

Laura (Angiolini) è una maestra di coro, innamorata del marito Giorgio (Bova) che si ritrova appunto a fare una ‘scelta’ non facile. Violentata da uno sconosciuto in un vicolo, sceglie comunque di volere quel figlio, pur non sapendo se è del marito o del violentatore. Un dramma, ovviamente, anche al maschile perché Giorgio non riesce proprio ad accettare quello che è successo e neppure a concepire di poter crescere un figlio non suo.

“Il mio personaggio – dice Ambra – subisce una violenza e decide di smettere di subirne ancora, perché intorno a lei c’è una finta discrezione che in realtà è un forte rumore. Insomma non vuole diventare vittima di un incidente, ha il coraggio di uscire fuori dalla fila”.

“Parla di una cosa contemporanea – le fa eco Raoul – come la difficoltà vera di una donna e di un uomo rispetto a questa violenza subita e assistita. Mi sono poi reso conto girando il film, della rabbia, del dolore e dell’orgoglio ferito dell’uomo”. E dall’attore protagonista di tante commedie un sentito grazie. Nel cast del film anche Valeria Solarino, nel ruolo di Francesca, la sorella Laura poco politically correct.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico