Carinaro

Indesit, Caldoro: “Fronte unico per Carinaro”. Arrivano Le Iene e Ballarò

Carinaro (Caserta) – Zona industriale bloccata dagli operai dello stabilimento Whirlpool-Indesit di Carinaro, giunti al sesto giorno di protesta, quello caratterizzato da ulteriore rabbia dovuta alla conferma, data dalla multinazionale americana nel corso di un vertice con i sindaci tenutosi ieri a Roma, di voler chiudere il sito casertano dove sono impiegate 800 unità, senza contare altre centinaia di indotto.

Anche martedì mattina i dipendenti hanno bloccato gli accessi all’area impedendo a decine di camion di caricare e scaricare prodotti e merci della Whirlpool e di altre aziende. Ma, rispetto a ieri, quando gli autoarticolati sono rimasti fermi ai margini della strada senza poter raggiungere i depositi e le piattaforme logistiche della zona, i camionisti si sono fatti strada pian piano tra la folla, riuscendo a forzare i blocchi. A mediare tra le esigenze degli operai e quelle degli autisti gli agenti della Polizia di Stato.

Intanto, nel tardo pomeriggio è attesa una troupe de “Le Iene”, il programma di Italia1, mentre in serata la trasmissione di Raitre, “Ballarò”, terrà una diretta dallo stabilimento.

“Siamo per un unico fronte, quello della difesa dello stabilimento”. Lo ha detto Stefano Caldoro, presidente della Regione Campania, dopo la decisione dell’azienda di chiudere lo stabilimento in provincia di Caserta. “Non si può perdere un solo posto di lavoro – ha affermato – su questo saremo durissimi”. “Avremo un incontro lunedì prossimo – ha aggiunto – al tavolo con il Governo, con i sindacati, i vertici dell’azienda”. “Dobbiamo difendere il nostro stabilimento per tante ragioni – ha concluso – Grandi lavoratori, una grande produzione che il Sud non può perdere”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico