Napoli

Anziano trovato cadavere in casa, si ipotizza suicidio

Napoli – Si sarebbe suicidato l’anziano rinvenuto cadavere questa mattina in un appartamento del quartiere Secondigliano a Napoli.

Francesco Esposito, tra poco 84enne, incensurato ed ex dipendente dell’azienda dei trasporti partenopea, aveva un maglione avvolto attorno alla testa che era sigillato in maniera approssimativa con del nastro isolante. I carabinieri che stanno conducendo le indagini, da una prima ricognizione sul corpo senza vita hanno anche riscontrato che l’uomo aveva tracce dello scotch anche su una mano.

Ad avvalorare l’ipotesi del suicidio il fatto che la casa non fosse stata messa a soqquadro, che la porta era chiusa dall’interno e non presentava segni di effrazione. L’uomo, inoltre, aveva nella tasca dei pantaloni del denaro. Da una prima verifica sembra che dall’appartamento non manchi alcunché. Tutti elementi che farebbero escludere una rapina finita male e anche un omicidio. Soltanto l’autopsia, però, potrà chiarire definitivamente le cause della morte dell’anziano.

A rinvenire il cadavere riverso a terra i Vigili del fuoco allertati da una chiamata di un conoscente al 115. I caschi rossi hanno dovuto forzare la porta per poter entrare in casa dopo che dell’uomo non si avevano notizie. Vani, infatti, i tentativi di chiamarlo sia al telefono che al citofono.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico