Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

Recale, l’assessore Piscitelli promette bollette più eque

Recale – È evidente la soddisfazione dei rappresentanti del comitato “Tari da rifare” al termine dell’incontro con Vincenzo Piscitelli, assessore alle finanze del Comune di Recale, con cui hanno esaminato nel dettaglio i rilievi mossi dal comitato all’impianto della delibera sulle tariffe Tari per il 2014.

«È stato un confronto proficuo – commenta Enzo De Angelis sintetizzando il parere del Comitato – e siamo grati all’assessore Piscitelli per aver avviato un dialogo costruttivo, riconosciuto la fondatezza delle nostre critiche e per la disponibilità a individuare soluzioni che vadano nella direzione da noi indicata».

All’incontro erano presenti il sindaco Patrizia Vestini e gli assessori Lello Porfidia e Tommaso Orballo. Vestini ha sottolineato come gran parte dei problemi siano legati alla difficoltà di avviare la gestione interna dei tributi, che in precedenza erano affidati ad una concessionaria: superato il rodaggio, la scelta di gestire i tributi direttamente negli uffici comunali rappresenta un evidente vantaggio per la collettività e garantisce in futuro una maggiore accuratezza nel determinare la composizione dell’utenza.

«È prioritario ridurre la forbice tra tariffe minime e massime – sostiene Vincenzo Landolfo di “Tari da rifare” – ed è possibile farlo senza pregiudicare la copertura dei costi del servizio, riequilibrando la ripartizione fra utenze domestiche e non domestiche e introducendo criteri che agevolino i nuclei familiari numerosi e le minori dimensioni dei locali. Ci fa piacere che l’amministrazione giudichi praticabile questa strada, e siamo pronti a dare il nostro contributo fattivo di analisi e di proposte».

Positivi pure i commenti degli altri membri della delegazione, Mimmo Martellone e Nello Romano, che rilevano il bisogno di procedere speditamente affinché le bollette per l’anno in corso vengano emesse in tempo utile senza ritardi e rimarcano la necessità di prevedere, nella determinazione delle tariffe per il 2015, forme di compensazione per le fasce di cittadini che sono state penalizzate dai tributi dello scorso anno.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico