Aversa

Giudice di Pace, un convegno per celebrare il Ventennale

Il Giudice di pace a 20 anni dalla sua istituzione –  storia, bilancio, prospettive alla luce del ddl di riforma della magistratura onoraria

Teatro Cimarosa Aversa
23 aprile 2015 – ore 15,00

Dopo anni di numeri dati a caso, finalmente, nel novembre 2014, è stato pubblicato sul sito del Ministero della Giustizia (https://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_2_9_10_1.wp?previsiousPage=mg_2_9_10) il censimento speciale giustizia civile a cura del Capo del Dipartimento dell’organizzazione giudiziaria dr. Mario Barbuto, nel quale, a seguito di una specifica ed accurata analisi delle pendenze e dell’anzianità di iscrizione degli affari civili aggiornata al mese di Ottobre 2014, è stato finalmente certificato il ruolo svolto dall’Ufficio del Giudice di pace nell’amministrazione della giustizia.

Infatti, come è dato leggere in quella relazione, a differenza di quanto accade per gli altri Uffici (Tribunale o Corte di Appello), il GdP ha una capacità di smaltimento del carico ben maggiore rispetto ai procedimenti in entrata, generando solo raramente le premesse per l’applicazione delle sanzioni per l’eccessiva durata del processo.

Come si rileva dal prospetto n.3 – Censimento selettivo per macro-materie

Uffici Procedimenti contenziosi Esecuzioni civili Procedimenti non contenziosi Totale
Corti d’appello 409.381 3.318 412.699
Tribunali ordinari 2.001.293 570.242 756.720 3.328.455
Giudici di pace 1.254.518 65.136 1.319.654
totale 3.665.192 570.242 825.374 5.060.808

l’ufficio del GdP amministra, nel campo civile, circa un terzo dei procedimenti pendenti, che, in genere, risolve in circa 360 giorni.

Nel campo penale, invece, il GdP  amministra circa la medesima quantità di giudizi, intervenendo in occasione di reati di minore allarme sociale, ma non per questo meno rilevanti dal punto di vista del numero e della sensibilità dei cittadini. I giudizi penali si risolvono nel 50% dei casi per remissione di querela o per conciliazione tra le parti e questo grazie all’intervento capace e professionale del Magistrato di Pace e solo l’altra metà prosegue in fase dibattimentale, concludendosi con sentenze a pene non detentive e in tempi molto inferiori all’anno solare.

A vent’anni dalla relativa istituzione ed entrata in funzione, l’Associazione nazionale dei Giudici di pace, unitamente alla Camera civile di Aversa ed alla Camera penale di Napoli Nord, nella fase di dibattito che precede l’esame da parte del Parlamento di disegni di legge di riforma della magistratura onoraria, pur riconoscendo a tale ufficio, retto da avvocati che con grande abnegazione concorrono a dare risposte di giustizia altrimenti non ottenibili, hanno ritenuto opportuno promuovere ad Aversa -città che si candida, con la nascita del nuovo Tribunale, ad essere luogo di elaborazione giuridica e sociale di rilievo nazionale- un dibattito tra tutti i protagonisti della categoria, per concorrere a delineare un nuovo profilo di detto giudice.

Questo il programma dell’evento patrocinato dalla città di Aversa

Apertura dei lavori

Gabriele Di Girolamo  – Presidente Associazione Nazionale Giudici di Pace 

Saluti

Giuseppe Sagliocco – Sindaco di Aversa

Antonio Buonajuto – Presidente Corte di Appello di Napoli

Luigi Mastrominico – Procuratore Generale della Repubblica di Napoli

Elisabetta Garzo – Presidente Tribunale di Napoli Nord in Aversa

Francesco Greco –Procuratore della Repubblica Tribunale di Napoli Nord in Aversa

Giuseppe Cioffi – A.N.M. sezione Napoli Nord

Paolo Trofino – Presidente Camera Penale di Napoli Nord

Carlo Maria Palmiero – Presidente Camera Civile di Aversa

Vincenzo Crasto – Giudice di Pace delegato Osservatorio Giuridico A.N.G.d.P. presso il CNF 

Introduzione

Nicola di Foggia – Vice Presidente Associazione Nazionale Giudici di Pace 

Interventi programmati:

Modestino Acone – Docente universitario

Giuseppe Ciuffi   – Presidente Associazione Nazionale Magistrati. Sezione Napoli Nord

Maria Masi         – Consiglio Nazionale Forense

Nunzio Luciano – Presidente Cassa Nazionale Assistenza e Previdenza Forense 

Tavola rotonda

Aldo Morgini –  VIII Commissione C.S.M.

Giuseppe L. S. Cucca – Commissione Giustizia Senato, relatore Ddl riforma Magistratura Onoraria

Giacomo Caliendo – Commissione Giustizia Senato

Lucio Romani  – Commissione Affari Costituzionali Senato

Assunta Tartaglione – Commissione Giustizia Camera dei Deputati

Carlo Sarro – Commissione Giustizia Camera dei Deputati 

Conclude

Cosimo Ferri  – sottosegretario Ministero della Giustizia 

Presiede e modera:  

Raffaele Ceniccola – Avvocato Generale Suprema Corte di Cassazione 

ORE 19.30 chiusura lavori

Buffet

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico