Caserta

Giardini della Reggia sporchi, sconcerto del sottosegretario Buitoni

Caserta – Sconcerto e sorpresa sono stati espressi dalla sottosegretaria ai Beni Culturali Ilaria Borletti Buitoni, oggi in visita alla Reggia di Caserta, davanti all’indecoroso spettacolo dei giardini ricoperti dai rifiuti lasciati ieri dalle migliaia di giovani della provincia, riversatisi nel capoluogo per festeggiare la pasquetta.

Il lunedì albis, infatti, il parco è rimasto chiuso, proprio per evitare invasioni e degrado. Il sottosegretario si è poi rivolto al sindaco per chiedere il perché di questa situazione. La pulizia dei giardini, tuttora in corso, è iniziata in mattinata. Il primo cittadino, ha risposto dicendo che la competenza della pulizia interna del parco non è del Comune. Qualche turista si è anche avvicinato alla delegazione della quale facevano parte il sottosegretario, il sindaco, il prefetto e il sovrintendente per manifestare la propria indignazione.

La Borletti Buitoni ha fatto una passeggiata anche attraverso il cosiddetto “cannocchiale” (il lungo corridoio che collega l’ingresso della Reggia al parco, ndr), dov’erano presenti numerosi venditori abusivi di guide sia italiani che stranieri.

“Se vogliamo che la Reggia diventi un punto di attrazione internazionale, è necessario far rispettare le regole. La Reggia non deve essere un suk ma si devono rispettare le regole per mantenerla in uno stato di decoro”, ha concluso il sottosegretario. 

“Ringrazio il sottosegretario ai Beni Culturali Ilaria Borletti Buitoni – ha commentato il sindaco Pio Del Gaudio – per aver accolto immediatamente il mio invito a visitare la Reggia, espressole in occasione di una recente trasmissione televisiva nazionale della quale eravamo ospiti. Sono stato costretto a scusarmi con lei e con i tanti turisti che ci hanno attorniato nel Cannocchiale e nel Parco Reale per le negligenze e le situazioni di degrado evidenti a tutti. Di esse il Comune non ha responsabilità e devo ancora una volta sottolineare la disponibilità a svolgere, nonostante le difficoltà dell’Amministrazione, ogni necessaria attività e iniziativa, se solo essa fosse espressamente richiesta e condivisa. Penso ad esempio ai prati che questa mattina erano ricoperti di rifiuti e al Cannocchiale invaso da abusivi”, ha denunciato il sindaco.

“E’ per questo che insisto a chiedere – ha aggiunto – interventi immediati, integrati e consapevoli di tutte le urgenze che attanagliano il monumento. Il futuro management della Reggia e il Ministero, se veramente saranno intenzionati a recuperare l’intollerabile ritardo accumulato in questi anni, devono partire dalla risoluzione di questi problemi. Credo nell’impegno del sottosegretario alla quale ho indicato tre priorità: l’uscita dei turisti dal varco di via Giannone, l’apertura del cancello tra Parco reale e Belvedere di San Leucio, l’integrazione reale con la città e le istanze del suo mondo produttivo”.

“Ho chiesto all’onorevole Borletti Buitoni, ottenendo la sua disponibilità, di integrare utilmente l’attività del Ministero sul piano nazionale con le iniziative da noi sollecitate per ottimizzare i collegamenti ferroviari con la Capitale, agganciare più efficacemente Caserta all’Alta Velocità, ottenere una stazione ferroviaria decorosa e degna di una città d’arte come la nostra. Per far crescere il turismo culturale e con esso l’economia cittadina  occorre partire da queste priorità”, ha aggiunto l’assessore Nicoletta Barbato.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico