Caserta

Del Gaudio: “La città si unisca per salvare le sete di San Leucio”

Caserta – Pur non potendo interferire nelle vicende legali delle aziende private del settore, la mia Amministrazione farà il possibile, mettendo in campo ogni iniziativa prevista dalla legge, per salvare il futuro lavorativo degli operai della Aos, indipendentemente da quanto potrà accadere mercoledì mattina.

In tal senso, come ribadito più volte e come ben evidenziato nell’ordine del giorno posto all’attenzione del Consiglio comunale dal consigliere comunale Tenga e sottoscritto da tanti consiglieri comunali, anche nel redigendo Puc valorizzeremo lo sviluppo del settore impedendo destinazioni diverse per gli immobili degli opifici serici.

Nel corso di due recenti incontri con i rappresentanti del Consorzio della Seta ora trasformatosi in Rete, abbiamo ribadito ancora una volta la totale disponibilità dell’Amministrazione all’utilizzo del Reale Belvedere di San Leucio a fini anche produttivi, di carattere formativo e didattico, per garantire prospettive di rilancio al settore.

Ho sollecitato anche gli imprenditori della Rete – so che lo faranno – a formalizzare rapidamente proposte concrete al nuovo proprietario dell’immobile della Aos al fine dell’immediata salvaguardia dei posti di lavoro a rischio.

Il sindaco Pio Del Gaudio

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico