Carinaro

Spaccio di droga nella villa comunale, obbligo dimora per due 19enni teverolesi

Carinaro – Spacciavano droga nei giardini della villa comunale di Carinaro due giovani di Teverola, Vincenzo Liguori e Raffaele Improta, entrambi 19enni, arrestati nel pomeriggio di venerdì dagli agenti del commissariato di polizia di Aversa.

Un’operazione concretizzatasi dopo lunghi servizi di appostamento e osservazione da parte dei poliziotti normanni che hanno avviato le indagini dopo essere venuti a conoscenza della “piazza di spaccio” nella villa situata nell’area demaniale al confine tra Aversa e Carinaro, dove, in particolare nei fine settimana, numerosi giovani si recano per acquistare dosi di sostanze stupefacenti da consumare nelle serate della “movida”.

Proprio mentre i due ragazzi consegnavano hashish e marijuana ad alcuni giovani “clienti” scattava il blitz dei poliziotti che, bloccavano gli spacciatori, i quali ammettevano la circostanza.

L’operazione proseguiva con perquisizioni personali e domiciliari che consentivano di rinvenire e sequestrare altra sostanza stupefacente, suddivisa in numerosi dosi appositamente confezionate in bustine di cellophane, per un peso complessivo di circa 30 grammi, tra marijuana e hashish, oltre ad una somma di denaro suddivisa in banconote di vario taglio, ritenuta provento di spaccio.

Nella giornata di lunedì il gip ha convalidato l’arresto e disposto l’obbligo di dimora per i due giovani, accogliendo le richieste dell’avvocato Rosario Capasso che difende il giovane Raffaele Improta.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico