Aversa

“A Spasso con la Storia” verso la nona edizione

Aversa – Giunge alla nona edizione un format particolarissimo e sempre molto atteso. Ogni anno, infatti, il pubblico, anche quello più affezionato, resta stupito, appagato, desideroso di ripetere l’esperienza.

A Spasso con la Storia è teatro, è musica live, è arte poliedrica, è visita guidata, è momento conviviale. Un format in cui attori, musicisti, artisti di vario genere partecipano in modo organico ad una rappresentazione nella quale il tempo dello spettacolo vola via sulle ali della magia, della suggestione e della fantasia. Un viaggio, comunque, rigorosamente storico, pertinente, didattico, educativo. E lo spettatore-viaggiatore non è mai lasciato solo essendo egli stesso protagonista del racconto: un viaggio con la Storia, quindi e non solo nella Storia.

Nelle otto trascorse edizioni, il format A Spasso con la Storia, utilizzando performance sempre originali, coinvolgenti e suggestive attraverso le giuste e dosate contaminazioni tra musica, arte, teatro, storia ha divertito, istruito, commosso, coinvolto un pubblico sempre più numeroso ed entusiasta.

L’edizione 2015 è dedicata al centenario della discesa in campo dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale e desidera farlo non attraverso la celebrazione retorica, la commemorazione patriottica, la rievocazione storica fine a sé stessa. A Spasso con la Storia pur non trascurando il momento celebrativo, l’indagine storica, il messaggio didattico ed educativo, intende offrire una lettura storica, basata sull’uomo e non sul dato, sul sentimento e non sulla retorica.

Un viaggio nel tempo costantemente connesso alla realtà attuale, che mira ad una riflessione critica “sull’ora e sull’allora”, affinché i giovani di questo nostro tempo minacciato dal demone di una terza guerra mondiale della ragione, possano “sentire a fior di pelle” la necessità della pace. Pace intesa anche come accordo con l’ambiente che ci circonda, come manifestazione di una conoscenza profonda, di un amore  e di un rispetto che porti alla rivalutazione della terra che ci ospita.

A tal proposito indicativo è il luogo scelto per questa nuova edizione di A Spasso con la Storia: la Balzana, ex attività produttiva della Cirio, un bene confiscato alla criminalità organizzata che attende un’idonea destinazione. Favorirne la conoscenza significa stimolare nei giovani la curiosità critica intorno al problema dello sfruttamento legale e produttivo dei beni confiscati alle mafie, incoraggiare un concreto impegno civile, appropriarsi realmente del concetto di legalità.

Storia critica, attività formativa, arte espressiva, risveglio delle coscienze, cultura: tutto questo rende A Spasso con la Storia uno spettacolo unico nel suo genere. Chiunque vi abbia in passato partecipato  non è mai restato indifferente ma, al contrario, è tornato a casa con la sensazione di essere più consapevole del proprio vissuto e più ricco interiormente.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico