Somma Vesuviana

Al Summarte in programma “Magma”, il docu-film per finanziare i restauri

magma

Somma Vesuviana – “Magma”, il docufilm finalizzato a promuovere le bellezze artistiche, architettoniche ed archeologiche di Somma Vesuviana, “città d’arte ad economia turistica”, sarà in programmazione al teatro Summarte di Somma Vesuviana nei giorni: 4 – 5 – 6 – 9 – 11 – 16 – 25 – 26 Aprile con proiezioni alle ore 18:00 – 20:00 – 21:30

Parte dell’incasso (il 50%) sarà destinato al finanziamento del restauro delle opere artistiche ed architettoniche di Somma Vesuviana ed in particolare opere del complesso di Santa Maria del Pozzo.

Magma» è un piccolo gioiello, metafora del viaggio in una Somma Vesuviana della tradizione. I protagonisti hanno la musica dentro, la pelle bruciata dal sole, le mani callose, la schiena dritta, lo sguardo perso nei ricordi. Sono spontanei, veri, genuini, umili, semplici, passionali. Tesi a far sì che il patrimonio culturale, per cui hanno dato tanto della loro vita, non si perda. Mai. I ricordi hanno avuto molto peso nella presentazione a Villa Smeraldo, come le memorie. Con commozione i presenti hanno voluto salutare Zì Riccardo e Chicchina, che il “loro” film non hanno potuto vederlo. Con altrettanta commozione Coppola ha voluto ricordare il compianto pm Federico Bisceglie che avrebbe dovuto essere lì, alla «prima», da ospite ma per il quale il destino ha deciso diversamente.La festa delle lucerne, la processione del Cristo Morto, la festa della montagna, la devozione alla Madonna di Castello, le leggende, i canti, il bicchiere di vino fatto con l’uva catalanesca, il brindisi finale. C’è tutto in Magma. Da vedere.

Il film, nato da un’idea di Emanuele Coppola – direttore dei beni culturali del complesso monumentale Santa Maria del Pozzo ed ex assessore alla cultura della giunta Allocca – vuole anche esaltare i prodotti, le imprese, gli artisti ed i talenti del territorio.

Diretto dal noto regista Carlo Luglio, prodotto da Emanuele Coppola con Anna Perillo, vede la compartecipazione di molti che si sono prodigati per realizzare un documentario di qualità che possa travalicare i confini territoriali. L’aiuto regia è di Antonio Cossia. Inoltre, vi hanno preso parte l’artista Enzo Gragnaniello (attore, musicista), la produzione legale è di Rosa Anna Monzione, la direzione artistica e la coreografia di Angelo Parisi, i condirettori artistici sono il cantante ed artista poliedrico Fabio Fiorillo e la danzatrice Roberta D’Amore. Dell’aiuto produzione fanno parte: Peppe Maiello, Biagio Esposito, Lucio Albano, Vincenzo Gaio, Adele Nasti, Giusy Granato, Anna Maria Rea, Raffaele Aliperta e Giovanni Zampella.

Per l’aiuto coproduzione: Giuseppe Di Palma. Segretaria di edizione è Valeria Mazza. Ed ancora, Rosanna Cimmino (compositore, musicista), Andrea Vecchione (direttore fotografia, operatore), Martin Errichiello (secondo operatore), Luca Ranieri e Simone Costantino (fonici), Anna Vetrela (assistente di produzione), Francesco Cerrone (attrezzista, scenografo), Enzo Cillo, Carolina Russo, Santino Ranieri (fotografi di scena), Salvatore D’Alessandro, Gennaro Mungiguerra (montaggio audio – video), Nietta Dalmini (prima ballerina) e, per il corpo di ballo, Ilaria Punzo, Marzia Ascani, Mariano Covone, Raffaella De Falco, Carmen Diodato, Marica Esposito, Nancy Granato, Giovanna Lucinetti, Maria Romano, Carmen Zanin.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico