Italia

Chiusura “Centovetrine”, Titocchia: “Si lavorava male”

La fine sembrava essere dietro l’angolo già da tempo. Insomma, una morte annunciata quella di “Centrovetrine” la soap tutta italiana che non ha resistito all’ennesimo spostamento di rete e di palinsesto.

A parlare, all’indomani della chiusura del programma annunciata via social, sono gli attori della soap che raccontano i malumori e i dissapori del set. “Nell’ultimo anno abbiamo lavorato male, c’erano malumori e nervosismi sul set. L’atmosfera era difficile”.

Emanuela Tittocchia, storico personaggio di Centovetrine, la soap opera di Canale, elenca qualche errore commesso dal serial al microfoni di Fanpage.it: “Le storie non erano più belle e convincenti come una volta. Poi hanno mandato via gli attori più amati, altri li hanno messi nell’angolino. Ci hanno tagliato tutto, alla fine guadagnavo di più con le serate che a Centovetrine”. Insomma, una fine annunciata?

 

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico