Italia

AULA, Seduta 389 – Terminato l’esame del decreto sul sistema bancario

Roma.  AULA, Seduta 389 – Terminato l’esame del decreto sul sistema bancario
ODG | Resoconto Stenografico | Resoconto Sommario
La Camera ha terminato l’esame del disegno di legge di conversione in legge del decreto-legge 24 gennaio 2015, n. 3, recante misure urgenti per il sistema bancario e gli investimenti. (C. 2844-A). Domani le dichiarazioni di voto e il voto finale.

Alle ore 15 ha avuto luogo lo svolgimento di interrogazioni a risposta immediata sui seguenti argomenti: misure di sostegno alla ricerca farmaceutica nel campo delle malattie rare (Binetti -AP); iniziative per l’istituzione di punti di ispezione frontaliera in Sardegna relativi alle merci e ai prodotti importati, anche in rapporto al piano straordinario per l’eradicazione della peste suina africana approvato dalla Commissione europea (Capelli – PI-CD); iniziative volte ad assicurare i livelli essenziali di assistenza con riferimento all’articolo 6 del Patto per la salute 2014-2016, riguardante l’assistenza socio-sanitaria
(Galgano – SCpI); iniziative per assicurare la capillare fruibilità delle nuove terapie contro l’epatite C sull’intero territorio nazionale (Rondini – LNA); tempi per l’adozione del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri sui nuovi livelli essenziali di assistenza e sull’assistenza protesica (Rizzetto – Misto); tempi di attuazione della riforma della medicina territoriale ed intendimenti in merito al ruolo dei medici di famiglia e dei pediatri di libera scelta (D’Incecco – PD); elementi ed iniziative in merito al debito costituito dalle sanzioni relative alle cosiddette quote latte (Franco Bordo – SEL); intendimenti in ordine alla deliberazione dello stato di calamità naturale in favore della regione Toscana, colpita dalla recente ondata di maltempo, con particolare riferimento al distretto florovivaistico (Faenzi – FI-PdL); chiarimenti ed iniziative in relazione ad irregolarità verificatesi nell’ambito del primo concorso nazionale per l’accesso alle scuole di specializzazione medica (Giorgia Meloni – FdI-AN); iniziative per garantire l’immissione in ruolo dei 150 mila docenti precari a partire dal 1° settembre 2015, come preannunciato dal Governo nel documento “La buona scuola” (Chimienti – M5S).

Per il Governo sono intervenuti il Ministro della salute Beatrice Lorenzin, il Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali Maurizio Martina e il Ministro per le riforme costituzionali e i rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico