Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Boldrini: “Casal di Principe esempio da valorizzare”

Casal di Principe – “Casal di Principe è un esempio da valorizzare perché è simbolo di riscatto di un territorio. Oggi è un giorno importante”. Lo ha detto ai cronisti la presidente della Camera Laura Boldrini, venerdì a Casal di Principe, in via Giacosa, per visitare il nuovo “Centro Don Milani” in un bene confiscato alla camorra e partecipare alla presentazione del nuovo ristorante-pizzeria Nco (Nuova Cooperativa Organizzata).

“L’alternativa a meno Stato non è la camorra ma più Stato. Ed è giusto che le istituzioni vengano in un territorio come questo. Il mito dei boss va sfatato”, ha detto Boldrini, accolta da sindaco Renato Natale, che ha invocato maggiore attenzione, da parte dello Stato centrale, verso Casal di Principe.

Il bene confiscato a Mario Caterino, gestito da Agrorinasce, e assegnato al raggruppamento di imprese di cui fanno parte Agropoli Onlus, Osiride Onlus, Un fiore per la vita Onlus, Eureka Onlus, è stato trasformato in un centro di avviamento al lavoro per ex detenuti che hanno commesso reati non gravi, grazie a un finanziamento del Ministero dell’Interno e della Fondazione con il Sud.

Nella struttura, in cui saranno impiegati anche soggetti diversamente abili e in condizioni disagiate, si terranno anche corsi per pizzaioli e di ceramica.

Per l’occasione il sindaco Natale ha annunciato che in città sarà allestita una mostra degli Uffizi di Firenze. Grazie alla mostra, così come col nuovo centro, “si darà il chiaro messaggio che la cultura, il bello e l’arte sono fondamentali per il recupero del territorio. – ha detto Natale – Un segno chiaro della voglia di riscatto di questa terra, che non vuole più essere nota come Terra dei fuochi e di camorra”.

La presidente della Camera nella stessa giornata è stata anche a Napoli per inaugurare il centro “Ermes” dell’Università Federico II. “Bisogna ricordarsi che la legalità premia sempre. Questo serve affinché i cittadini stessi non siano affascinati da questa dimensione che penalizza tutte le persone che vivono sul territorio”, ha detto Boldrini, secondo la quale “è necessario sfatare il mito secondo cui, laddove non arriva lo Stato, arriva la malavita che dà qualcosa in cambio. Non è vero, non danno niente, tolgono e basta”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico