Campania

Vinitaly 2015, presentata la missione campana

Napoli – “La collaborazione tra Regione Campania e Unioncamere è stata ancora una volta strategica per la buona riuscita di questa edizione del Vinitaly”. Così l’assessore all’Agricoltura Daniela Nugnes nel corso della presentazione della missione campana a Verona che si è tenuta nell’area eventi del padiglione Campania della Fiera di Verona.

“Il vino campano è sempre più protagonista nello scenario nazionale ed internazionale; basti pensare che anche nel 2014, anno difficile per un forte attacco mediatico rivolto al comparto agricolo campano, le esportazioni sono cresciute del 4,2% e il fatturato, in sette anni, è passato da 15 a 40 milioni di euro. Stiamo parlando di un comparto dalle enormi potenzialità e che noi siamo fieri di presentare nel corso della manifestazione di Verona a un pubblico di buyers ed esperti del settore. Il Vinitaly, anche quest’anno, è una delle manifestazioni più attese per il mondo enologico perché è una occasione concreta per fare business.

E’ proprio per questo che la Regione ha scelto di essere presente e di accompagnare le imprese del comparto vitivinicolo che, a gran voce, hanno chiesto di essere identificate sotto il brand Campania. E’ nostro dovere investire nella promozione e nella valorizzazione delle nostre eccellenze e, senza dubbio, il vino rientra di diritto tra i nostri fiori all’occhiello”, ha concluso la Nugnes.

“Sarà – ha aggiunto il presidente della Camera di Commercio di Caserta Tommaso De Simone, in rappresentanza di Unioncamere Campania che ha organizzato gli spazi espositivi dell’area regionale – l’anno dell’export campano e il vino si propone come leader per i mercati internazionali grazie sia alla congiuntura economica che, soprattutto, alla grande tradizione delle nostre aziende vitivinicole. L’enogastronomia è multisettorialità, è turismo, commercio e produzione artigianale di qualità, e le oltre cento aziende presenti a Verona sono la testimonianza diretta del ruolo strategico dell’agroalimentare per la ripresa economica della nostra regione”.

Alla presentazione è intervenuto anche il presidente del Consiglio Regionale della Campania Pietro Foglia. “La vitivinicoltura – ha detto Foglia – si sta affermando in Campania con risultati eccezionali e i numeri ci danno ragione. Noi siamo diventati, nel mondo, una realtà del settore vitivinicolo che ci viene riconosciuta da ogni parte. Il vino rimane il nostro primato, sia dal punto di vista economico che occupazionale e questo è un segnale che, come istituzione, dobbiamo saper cogliere”.

Foglia ha sottolineato la costante attenzione del Consiglio Regionale per lo sviluppo del settore, come le leggi sulla Valorizzazione dei suoli agricola per favorirne l’accesso ai giovani, l’organizzazione del sistema turistico, con il riconoscimento del turismo rurale, (frutto di uno degli emendamenti presentati dal Presidente Foglia nella sua precedente veste di presidente della Commissione agricoltura), la costituzione dei distretti rurali, dei distretti agroalimentari di qualità e dei distretti di filiera.

Il presidente del Consiglio Regionale ha visitato il Padiglione Campania e lo stand che raccoglie le aziende vitivinicole dell’Irpinia. “La nostra regione, con una produzione di eccellenza, sta consolidando le sue posizioni sui mercati internazionali – continua Foglia -Dobbiamo guardare alla vitivinicoltura come modello per il rilancio dell’agricoltura regionale. Per questa ragione con il Psr Campania 2014-2020, forte di una dotazione di 1.836 milioni di euro, puntiamo sull’innovazione delle aziende per la valorizzazione delle produzioni locali”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico