Napoli Prov.

Vela d’Altura, ”Raffica” vince la Coppa Francesco de Pinedo

Napoli – Il vento ce l’ha nel nome e in una giornata come quella di oggi le calza a pennello: Raffica, la barca di Pasquale Orofino, presidente del Circolo Nautico Punta Imperatore, portacolori del CC Napoli, porta a casa per il secondo anno consecutivo la prestigiosa Coppa Francesco de Pinedo, quinta regata del 44esimo Campionato Invernale Vela d’Altura del Golfo di Napoli “Trofeo Gutteridge 1878”, promosso dal Comitato Grande Vela con la partnership del marchio napoletano di abbigliamento Gutteridge, riservato alle imbarcazioni Orc, Irc e Minialtura. Mentre è Sparviero dell’Accademia Aeronautica la prima classificata nella Classe Mini.

E’ la seconda prova di muscoli di questa prima edizione del “Trofeo Gutteridge 1878” per gli equipaggi che hanno dovuto fare i conti con mare mosso e vento sempre più incalzante, tra planate e rotture di Spinnaker.

Giuste condizioni per omaggiare il pioniere partenopeo dell’aviazione italiana Francesco de Pinedo, ex Ufficiale della Marina, che a bordo di idrovolanti compì negli anni del Fascismo imprese mirabili, a cui le Sezioni Veliche della Marina Militare e l’Accademia Aeronautica di Napoli hanno voluto intitolare la Coppa per le regate d’altura.

La gara si è svolta con vento tra i 12 e i 15 nodi al primo giro di boa, nella seconda di bolina c’è stato una modifica di percorso a causa di un cambio di vento con direzione da 260/270° contro l’iniziale 230/240°, raggiungendo anche raffiche di 27 nodi.

Il Comitato di Regata ha allungato leggermente il percorso della prima prova, prevedendo l’impossibilità di svolgere la seconda – che sarebbe valsa al recupero del Trofeo Gaetano Martinelli, la terza regata in programma annullata a dicembre – per il troppo vento e difficili condizioni in acqua con onde molto alte, fino a 2 metri circa.

Infatti, tante imbarcazioni sono rientrate (dopo quasi 2 ore e 10 minuti le ultime), con gli Spi lacerati. Raffica, Scugnizza e Angry Red i primi tre della Classifica compensata di questa intensa giornata sportiva. Nel Gruppo Minialtura, invece, sono Sparviero dell’Accademia Aeronautica, Artiglio di De Pasquale-La Pegna della Lega Navale Italiana sez. di Napoli e Mary Poppins di Claudio Polimene del CN Torre del Greco i primi tre classificati della Coppa de Pinedo, che dominano anche la classifica generale dopo quattro.Nei singoli Gruppi delle imbarcazioni Orc ed Irc sono primi: Le Coq Hardì di Pavesi del CRV Italia (Classe 2), Scugnizza di De Blasio del CC Napoli (Classe 3), Dolcerezza di Renato Ciaglia di Mascalzone Latino (Gruppo 4-5) – mentre la Classifica provvisoria in tempo compensato dalla Classe 2 alla 5 vede sempre in testa, dopo quattro prove già valevoli per l’assegnazione del “Trofeo Gutteridge 1878″, Scugnizza, seguita dal Campione Italiano Angry Red-Unitenergy di Ciacala Domenico e Le Coq Hardì di Pavesi.

La premiazione della Coppa de Pinedo si terrà durante la premiazione finale del 44esimo Campionato Invernale di Vela d’Altura del Golfo di Napoli in cui si decreterà anche il vincitore del primo “Trofeo Gutteridge 1878” e del Trofeo Comitato Grande Vela per la Classe Minialtura. Resta ancora da effettuare il recupero del Trofeo Gaetano Martinelli, prossima possibilità il 22 febbraio quando si disputerà il Trofeo Molosiglio, questa volta a cura della Lega Navale Italiana, sezione di Napoli.

Il calendario si concluderà a fine marzo e vedrà impegnati nella realizzazione di tutte le regate i cinque circoli campani, Remo e Vela Italia, Club Nautico della Vela, Canottieri Napoli, Reale Yacht Club Canottieri Savoia, Circolo Nautico Torre del Greco; le due Sezioni Veliche della Marina Militare e della Accademia Aeronautica; la Lega Navale sez. di Napoli ed il Comitato Vele di Levante. Il “Trofeo Gutteridge 1878” verrà assegnato con almeno quattro prove disputate sulle nove in programma. Per la Classe Minialtura in palio c’è il “Trofeo Comitato Grande Vela”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico