Italia

Messina, spaccio di droga a Bordonaro: 4 arresti

Messina – In quattro gestivano il traffico di droga nella zona sud, con particolare riferimento a Bordonaro, grazie ad una rete efficiente e ben avviata di contatti con acquirenti e venditori e luoghi sicuri ed immediatamente accessibili dove custodire la merce. Una struttura organizzativa criminale dedita al traffico di sostanze stupefacenti, smantellata dalla Polizia di Stato con l’operazione “Piazza Pulita”.

Alle prime luci dell’alba, gli agenti della squadra mobile hanno dato il via e concluso in poche ore l’operazione che ha consentito l’arresto di quattro persone considerate dagli inquirenti ai vertici del gruppo criminale.

Sono Angelo Aspri, messinese, 31 anni, detto “il Puffo”, pregiudicato ed in atto detenuto presso la casa circondariale di Gazzi, Armando Manuguerra, messinese, 26 anni, pregiudicato, in atto detenuto presso la casa circondariale di Augusta, Vincenzo Manuguerra, messinese, 22 anni e Giuseppe Astuto, messinese, 24 anni, “il Peppone”, pregiudicato.

L’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Messina, Maria Vermiglio, su richiesta del sostituto procuratore della repubblica Liliana Todaro, scaturisce da indagini svoltesi a partire dall’aprile del 2013, che vedono coinvolte diciotto persone. Indagini che hanno reso possibile ricostruire ruoli e modus agendi del gruppo criminale con Aspri, organizzatore e promotore dell’associazione, il nipote Astuto e Armando Manuguerra, inseriti nei ruoli di stretti collaboratori ed addetti alla gestione ed organizzazione di quello che potrebbe definirsi il ramo commerciale del business della droga.

Tutti dovranno rispondere di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di droga, in particolare di eroina.

Il gruppo, così ben articolato da proseguire nell’attività illecita nonostante l’arresto ed i controlli operati su alcuni dei suoi elementi di spicco, aveva ormai consolidato un monopolio di fatto nel rione Santo-Bordonaro. L’eroina era la merce più gettonata, spacciata in zone presidiate e conosciute da chi volesse farne uso come campetti di calcio e cortili condominiali.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico