Caserta Prov.

Operai in nero e scarsa sicurezza: chiusi 5 opifici nel Casertano

Caserta – Dodici aziende controllate nell’agro aversano e sammaritano dai carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Caserta. Cinque di queste, delle quale quattro gestite da cinesi, sono state sottoposte a sequestro preventivo per impiego di persona non in regola e per carenza di sicurezza.

Nel mirino opifici situati tra Aversa, Lusciano, Villa di Briano, Casapesenna e San Tammaro. Sequestrati, nello specifico, 47 macchinari vari e 35 bidoni di collante, per un valore di circa 2 milioni di euro.

Oltre 70 le contravvenzioni penali elevate in materia di sicurezza per un importo di 400mila euro.

Denunciati a piede libero i datori di lavoro delle cinque aziende sequestrate, insieme ad altre quattro persone per inosservanza alle misure di sicurezza sui luoghi di lavoro.n

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Mondragone, contrabbando di sigarette: revocati domiciliari a Caprio - https://t.co/HX26ZYBMGh

Condono, Salvini: “Verità agli atti, per scemo non passo”. Lo spread tocca i 340 punti https://t.co/hucibtPCtD

Casapesenna, processo Zara. Nicola Schiavone: "Fortunato Zagaria testa di legno del boss" - https://t.co/zCIAJK9ep3

Parma, sequestrato cantiere centro commerciale vicino aeroporto: 3 indagati in Comune - https://t.co/QEz7kiJNFV

Condividi con un amico