Teverola

Elezioni, verso un’unica lista anti-Lusini

Teverola – Raggiungere l’unità e battere il sindaco uscente Biagio Lusini, anche a costo di fare un passo indietro. Questo l’obiettivo del Movimento Civico per Teverola, che a breve ufficializzerà il proprio candidato sindaco. Qualche settimana fa le componenti di Forza Italia, ex Pdl, Fratelli d’Italia, facenti parte del movimento, avevano espresso la volontà di sostenere la candidatura a sindaco di Tommaso Barbato, attuale consigliere comunale di opposizione. Ma l’altra componente del gruppo, quella di “Teverola Avanti”, preme per Dario Di Matteo, ex vice di Lusini poi passato all’opposizione. Uno dei due, quindi, si appresterebbe ad aspirare alla fascia tricolore anche se, per evitare disgregazioni che comporterebbero sicuramente la rielezione di Lusini, potrebbe anche arrivare il candidato sindaco di “larga intesa”.

Staremo a vedere. Intanto, in una nota, il movimento lascia comprendere di voler puntare proprio ad un nome condiviso da tutte le opposizioni e rendersi competitivo con la coalizione avversaria.

“In sintonia con la Città di Teverola – si legge nella nota – chiediamo un’inversione di tendenza con il cambiamento del governo della città. Diversi i segnali giunti dall’opinione pubblica e da vari consigli dei cittadini tutti incoraggianti nella direzione della vittoria elettorale che, però, solo l’unità di intenti e di azione può assicurare. Da tempo, si è aperta la discussione intorno alla scelta del candidato sindaco, una discussione che rischia di avvantaggiare gli avversari politici se non sviluppata con attenzione e con spirito giusto, inclusivo e di apertura al confronto. E’ intuitivo, infatti, che il proliferare di liste a fronte di quella unitaria della lista Lusini regalerebbe la vittoria alla parte avversa”. 

“Per questo, tutti i potenziali candidati sindaci in primo luogo, hanno avvertito il massimo di responsabilità politica per favorire la convergenza corale e l’unità di intenti e di azione necessaria per conseguire l’essenziale obiettivo, in funzione del bene superiore di Teverola: il bene del paese. Ora che è stato fatto il primo passo che ci ha trovato tutti d’accordo su obiettivo e metodo, per il bene della città vincere stando uniti, possiamo procedere alla definizione delle proposte di programma. Saranno elaborate soprattutto con il contributo dei cittadini e saranno condivise da tutti”. 

“Siamo certi e convinti che tutti condividano questi sentimenti e questa impostazione, a partire dai candidati sindaci proposti che vogliamo, qui e ora, ringraziare per la loro sensibilità, disponibilità e responsabilità di condotta politica, assecondando, come ciascun altro, il percorso di convergenza politico-programmatica di tutti i soggetti che si riconoscono nella sfida per chiudere un ciclo ventennale con la peggiore amministrazione comunale mai avuta nella storia di Teverola”. 

“I disastri di ogni genere consumati dal sindaco Lusini e dalla sua armata Brancaleone sono tanti, è giunto il momento tutti insieme di mandarlo a casa”.

 

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico