Campania

Vittime innocenti criminalità, rinnovato protocollo Polis-Psicologi

Napoli – Sottoscritto il rinnovo del protocollo di intesa tra la Fondazione Polis della Regione Campania e l’Ordine degli Psicologi della Campania per l’assistenza psicologica a favore dei familiari delle vittime innocenti della criminalità, siglato il 15 novembre 2011.

All’iniziativa sono intervenuti l’assessore regionale alle Autonomie Locali, Pasquale Sommese, il presidente del Comitato Scientifico e il segretario generale della Fondazione Polis, rispettivamente Geppino Fiorenza ed Enrico Tedesco, la presidente dell’Ordine degli Psicologi, Antonella Bozzaotra, e una delegazione dei familiari delle vittime innocenti della criminalità.

“Il rinnovo dell’intesa rappresenta un importante momento finalizzato a potenziare ulteriormente l’aiuto quotidiano che la Fondazione Polis offre ai familiari delle vittime innocenti della criminalità”, ha sottolineato l’assessore Sommese.

“Il nostro obiettivo – ha aggiunto il segretario generale della Fondazione Polis Enrico Tedesco – è garantire un sostegno sempre più articolato e scientifico ai familiari delle vittime, sulla base di una collaborazione intrapresa tre anni fa con l’Ordine degli Psicologi, che finora ha raccolto e dato risposte a ben 30 richieste di aiuto”.

“L’intesa che andiamo a rinnovare ha un’importanza fondamentale nell’ambito delle attività che la Fondazione Polis porta avanti a beneficio dei familiari delle vittime”, ha evidenziato Geppino Fiorenza, “perché va ad incidere sull’anima delle persone. Dall’elaborazione del lutto possono nascere esperienze di straordinaria positività, ne è testimonianza il Coordinamento campano dei familiari delle vittime innocenti della criminalità”.

“Tre anni fa abbiamo fatto una scelta di campo, per la tutela dei familiari delle vittime, convinti di essere nel giusto: oggi possiamo affermare di avere una nuova consapevolezza, per un impegno sempre più efficace e convinto, anche grazie alla costante interazione con gli operatori della Fondazione Polis”, ha concluso la presidente dell’Ordine degli Psicologi, Antonella Bozzaotra.

Di seguito le principali novità emerse dal rinnovo dell’intesa: alla segnalazione della richiesta pervenuta alla Fondazione dal familiare, l’Ordine individua uno psicologo disponibile ad un numero di colloqui gratuiti pari a massimo 4; i costi dell’intervento, per i successivi interventi, saranno a carico della Fondazione Polis nell’ambito di un fondo dedicato; laddove emerga per il familiare la necessità di un percorso di più lunga durata il professionista si impegna ad applicare la tariffa minima prevista dal tariffario professionale; in caso di riduzione della disponibilità delle risorse economiche, saranno privilegiate quelle situazioni che al momento non avranno usufruito di alcun contributo o riconoscimento statale; le condizioni del Protocollo saranno estese ai percorsi di sostegno psicologico in corso, dal momento della sottoscrizione; gli interventi psicologici si svolgeranno presso gli studi privati dei professionisti interessati e, ove si rendesse necessario, presso uno spazio appositamente predisposto nei locali della Fondazione Polis; l’Ordine si impegna ad attivare metodiche di supervisione, coordinamento e raccolta dati sulle attività cliniche svolte dai singoli professionisti.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico