Napoli

Il Garante dei Giovani, Vincenzo Spadafora, incontra i ragazzi di Nisida

Napoli – Dopo una tappa nel segno della ricostruzione e del gioco di squadra, a L’Aquila, il 15 febbraio, il tour “Diritti Al Futuro Tour” #dirittialfuturotour voluto del Garante per l’infanzia e l’adolescenza Vincenzo Spadafora è approdato giovedì 19 a Nisida per incontrare i ragazzi e le ragazze ospiti dell’Istituto penale per i minorenni.

Un altro momento per ascoltare i giovani e chi lavora con loro, in una realtà che a buon diritto è annoverata fra “le buone pratiche”, cioè quelle “formule” pensate per supportare i più giovani, per aiutarli ad uscire da situazioni di disagio e per ripartire credendo nel futuro, nelle regole, nel senso del collettivo.

Nisida è un esempio virtuoso: un istituto pieno di risorse, costruite nel tempo con uno scambio proficuo e costante con la città di Napoli. Oltre la scuola, i ragazzi possono seguire sport, corsi di formazione professionale, laboratori artistici di ceramica, recitazione e scrittura.

Particolarmente originale è il “Laboratorio della politica”, dove le ragazze e i ragazzi detenuti hanno la possibilità di confrontarsi con persone ‘esterne’, che spesso sono personalità di rilievo come l’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Il sottotitolo del tour.

Una piccola grande Italia da raccontare, spiega il senso profondo dell’iniziativa che vuole mettere in rete quanti si impegnano. Particolarmente viva è l’attività su siti e social: oltre che su garanteinfanzia.org, il tour potrà essere seguito su Facebook e altri social. Un modo per far girare energie e speranze.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Forum Polieco, Micillo: "Siamo il Governo dell'Economia Circolare, spegneremo la Terra dei Fuochi" - https://t.co/v60sbI3j92

Mondragone, palazzi storici e scuola “De Amicis”: progetti di messa in sicurezza https://t.co/TyU510HeBG

Maddaloni, droga e armi trovate nelle case popolari https://t.co/VcYYQL7LR1

Aversa, la maggioranza: "Dati falsi su percentuale differenziata, che invece è aumentata" - https://t.co/qRO2faTLsM

Condividi con un amico