Campania

Napoli-Juve, polemica su arbitraggio. Benitez ironico: “Ci può stare”

Napoli – Con le reti di Pogba nel primo tempo e di Caceres e Vidal nella ripresa la Juve ha espugnato con un 3-1 il campo del Napoli e si è riportata in testa alla classifica, con tre punti di vantaggio sulla Roma. Di Britos il momentaneo pareggio dei partenpei nella ripresa. La Juventus si è così laureata campione d’inverno con un turno d’anticipo, perché ora il suo vantaggio sulla Roma è di tre punti, ha vendicato la recente sconfitta in Super Coppa a Doha ed è tornata a vincere a Napoli dopo ben 14 anni.

Nella serata dedicata al toccante ricordo di Pino Daniele, con lo stadio che intona “Napule è”, la partita si è aperta con fasi di studio. Poi De Guzman sbaglia clamorosamente al 18’ dopo una cavalcata di Hamsik e un assist involontario di Chiellini. La Juventus soffre e fatica a trovare spazi, ma se in campo c’è Pogba contro il Napoli per i bianconeri è una garanzia: dopo un’azione caparbia di Llorente, il francese porta avanti i suoi con una magnifica girata di destro che Rafael può appena toccare.Passata in vantaggio, la Juventus gestisce meglio il gioco e va vicina al raddoppio nel finale di primo tempo con Caceres (scelto a sorpresa al posto di Lichtsteiner) servito da Tevez: bravo Rafael. Al rientro dagli spogliatoi vola Callejon sulla destra, bravo Chiellini a deviare in corner, mentre Pogba, sull’assist di Caceres, manca di un soffio l’appuntamento con la doppietta. Mertens per Hamsik, l’ingresso del belga rivitalizza il Napoli e non a caso dal piede del belga nasce il gol del pari: angolo battuto alla perfezione, Britos anticipa tutti e fa secco Buffon.

Passano cinque minuti e la Juve è di nuovo avanti: punizione di Pirlo e Caceres – in posizione di fuorigioco, seppur lieve – la mette dentro gelando il San Paolo. Proteste azzurre, Benitez lancia Gabbiadini (all’esordio) per Callejon, quindi Zapata per Gargano. Proprio il colombiano, in contropiede, si tuffa sull’uscita di Buffon e rimedia soltanto un giallo per simulazione, mentre su Higuain è provvidenziale Chiellini. E in pieno recupero, nelle praterie della difesa napoletana, Morata lancia Vidal che realizza il 3-1 finale.

Benitez – “La Juventus è fortissima, ma non è difficile vedere la maglia bianca di Chiellini ed il cerotto e Caceres alle sue spalle. Dall’anno scorso ho imparato ‘ci può stare’, sempre così con la Juventus”, commenta Benitez in conferenza stampa.

“Dico che la Juventus vincerà lo scudetto, dopo aver visto tante partite della Juventus dico solo questo … Mi dispiace per la Roma…. Noi pensiamo alla prossima partita, a vincere per il terzo posto. Peccato, magari senza il 2-1 potevano essere sette punti di distacco, ma alla squadra ed ai tifosi dico di guardare avanti. La Juventus ha qualità ma anche gamba ed aggressività e per questo vincono da tre anni e vinceranno ancora, ma la rabbia nasce dal fatto che non ce la siamo giocata alla pari per questi errori. Una volta in vantaggio loro difendono bene e diventa dura. La Juventus ha fatto un buon pressing, ha giocatori di qualità, ma ripeto che nel secondo tempo è cambiato tutto fino al momento del gol in fuorigioco che ci ha costretto di nuovo a dover recuperare. Non era facile nel primo tempo anche se abbiamo avuto diverse occasioni, ma abbiamo reagito facendo tutto quello che dovevamo fare e poi ci stavamo provando a vincere ma il 2-1 ha cambiato tutto. Perdere così non piace a nessuno, ma la squadra ha provato in tutti i modi, c’era la squadra, i tifosi c’erano e ci stavamo provando sull’1-1”.

Koulibaly? “Il difensore salta verticalmente, Buffon invece no, Koulibaly non va contro il portiere ma è fermo nella sua posizione… Anche sul retropassaggio al portiere, Buffon non poteva prenderla…”.

Tweet al veleno da parte di Aurelio De Laurentiis al termine del match. Il patron azzurro se la prende con gli arbitri. “Ci siamo stancati! – ha scritto il patron – La Juve è una squadra forte, se è anche aiutata dagli arbitri diventa imbattibile”. Poi altri tweet: “E’ inammissibile che con 6 arbitri non si vedano 2 giocatori in fuorigioco. O è malafede o è incompetenza. Questi 6 arbitri devono restare fermi a lungo”. 

“Credo che se ci mettiamo a protestare per le decisioni arbitrali viene fuori un casino. Io allora potrei commentare gli episodi a nostro favore contro la Sampdoria. Gli errori ci sono ed è normale: li faccio io, li fanno i giocatori ed anche i presidenti. Può capitare agli arbitri di sbagliare. Purtroppo in Italia non sappiamo accettare le sconfitte”.

Massimiliano Allegri, a Skysport, così ha commentato il tweet con cui il presidente del Napoli De Lurentiis si lamentava dello staff arbitrale per il gol di Caceres, viziato a suo parere da fuorigioco. “Per vincere gli scudetti bisogna superare partite difficili come quella di stasera. Nel secondo tempo potevano fare molto meglio – ha aggiunto il tecnico della Juventus – ed i ragazzi sanno quanto sono esigente, perchè le qualità le abbiamo. Le partite si giocano anche difendendo bene, senza concedere niente. Dobbiamo essere più smaliziati. È in questo che bisogna lavorare”.

“Dispiace che una persona equilibrata e colta come De Laurentiis non riconosca i meriti della Juventus”. Beppe Marotta, ad del club bianconero, risponde così al tweet del presidente del Napoli che chiede di fermare gli arbitri di Napoli-Juventus. “L’arbitro ed i suoi assistenti hanno condotto una gara impeccabile – replica Marotta – Respingo il fatto che ogni volta che vinciamo contro una squadra di spessore veniamo tacciati di rubare. Ci sono stati episodi dubbi anche contro di noi». Il successo in casa del Napoli ha portato «tre punti importanti, anche per la risposta che abbiamo dato alle critiche giunte in settimana. Siamo orgogliosi di questa squadra, ben condotta da un allenatore come Allegri”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico