Maddaloni - Valle di Maddaloni

Villaggio dei Ragazzi, De Lucia incontra i dipendenti

Maddaloni – Il Commissario straordinario della Fondazione Villaggio dei Ragazzi, Rosa De Lucia, ha incontrato nella giornata di mercoledì 14 gennaio, nella sala Chollet, i lavoratori dell’Ente Morale maddalonese fondato da Don Salvatore D’Angelo nell’anno 1947.

L’incontro, voluto dal neo-commissario regionale è servito essenzialmente a chiarire alle maestranze tutte le linee gestionali che intende adottare per rilanciare l’istituzione così come è stata nei tempi d’oro.

In premessa, De Lucia ha ben spiegato ai presenti il ruolo/compito affidatole dal Governatore della Campania, Stefano Caldoro, che è quello di riscrivere lo statuto, di ricostruire il cda e di dare un assetto organizzativo stabile alla struttura. Tutto ciò, ovviamente, in piena sintonia con i dirigenti regionali preposti, ai quali saranno inviati tutti gli atti ufficialmente, ovvero attraverso il sistema del protocollo, al fine di poter ben capire i motivi reali di una gestione passata rea di aver prodotto un debito abnorme nei confronti soprattutto dell’Inps e di Equitalia, che oggi ha richiesto la necessità di ricorrere alla procedura di sovraindebitamento presso il tribunale.

Sul versante delle entrate, l’ingegnere maddalonese alla guida del Villaggio ha sostenuto che tutti gli sforzi saranno profusi per riuscire ad ottenere per metà febbraio gran parte delle somme dovute, che saranno destinate in misura maggiore al pagamento delle mensilità arretrate dei dipendenti ed in misura minore ai fornitori.

La data del 23 gennaio, ha dichiarato Rosa de Lucia, sarà fondamentale perché si potrebbe ottenere una sospensiva che sbloccherebbe il maggiore riscossore, Equitalia, e consentirebbe di poter aprire diversi canali per lo sblocco di alcuni fondi, quali ad esempio quelli in dotazione dell’Organismo straordinario di liquidazione”.

In un clima di assoluta serenità e partecipazione, il neo-commissario ha anche spiegato sinteticamente che intende adottare una serie di atti/provvedimenti utili alla razionalizzazione delle docenze, all’accorpamento ed al rilancio degli istituti/liceo,  al rilancio della scuola universitaria dei mediatori linguistici, alla riapertura della scuola materna, alla ripresa di attività culturali degne di nota, alla trasparenza dell’auto-finanziamento, a creare sinergia con altre fondazioni interessate. In riferimento, invece, al Liceo Musicale e Coreutico annuncia che non saranno accettate più le iscrizioni al primo anno. “E’ antieconomico, sostiene l’ingegnere maddalonese, tenere aperto un liceo che si caratterizza per un numero di professori che supera quello degli allievi”.

Per quanto riguarda, infine, i comparti essenziali della Fondazione (Istruzione, assistenza sociale e formazione), per i quali si è aperto un dialogo con i rispettivi assessorati regionali, De Lucia asserisce che essi dovranno assolutamente sviluppare progettualità sostenibili e finanziabili e, quindi, viaggiare con le proprie gambe, precisando, però, che tutte le risorse che entreranno al “Villaggio” non saranno destinate esclusivamente ad alcuni settori ma a tutto ciò che è Fondazione.

Infine, il commissario annuncia anche la presentazione dell’Open Day 2015, che si pone l’obiettivo: di favorire il processo di continuità tra le scuole medie inferiori e il primo anno del biennio superiore, di informare alunni e famiglie sull’offerta formativa messa a disposizione dai 4 istituti/liceo (Istituto Tecnico, Istituto Tecnico Trasporti e Logistica, Istituto Professionale per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera, Liceo Linguistico Europeo) e di accrescere nella possibile utenza scolastica  la consapevolezza, la responsabilità  e l’autonomia  del proprio percorso formativo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico