Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

San Cipriano, Bene Comune: “Ora nessun dubbio su approssimazione”

San CiprianoNel nostro precedente comunicato abbiamo parlato dell’approssimazione e inadeguatezza della nuova amministrazione comunale. In particolare abbiamo fatto riferimento agli avvisi di accertamento per i tributi Ici e Tarsu per gli anni 2009/2013 ricevuti dai cittadini sanciprianesi nel mese di dicembre 2014.

Durante l’ultimo consiglio comunale, in risposta ad un nostro intervento in merito, il sindaco asseriva che la giunta si era trovata nell’impossibilità di diluire la riscossione in questione, in quanto la commissione prefettizia aveva già predisposto il bilancio riequilibrato inserendo nei residui attivi anche i proventi di tali tributi. 

Se prima avevamo qualche dubbio sul fatto che ci fosse approssimazione, inadeguatezza e scarsità di idee le esternazioni del sindaco lo hanno definitivamente fugato. Infatti, esistevano almeno due opzioni possibili per non vessare i cittadini sanciprianesi con gli avvisi in questione.

Prima. La legge di stabilita 2015 prevede che, per gli enti locali in dissesto finanziario, una nuova amministrazione entro tre mesi dall’insediamento possa presentare un nuovo bilancio riequilibrato. Questo avrebbe permesso di rivedere le decisioni della commissione prefettizia, eppure l’amministrazione ha deciso di non avvalersi di tale norma. 

Seconda. Tali atti di accertamento non possono essere inseriti nel bilancio riequilibrato, o meglio potrebbero essere inseriti a certe condizioni (che stiamo verificando) solo se decorsi 60 giorni dalla notifica e quindi divenuti definitivi. Ci si chiede, allora, se gli accertamenti sono stati notificati a dicembre 2014, come possono essere inseriti nel bilancio se non sono ancora definitivi?

Viene da domandarsi, il sindaco e la giunta hanno compreso che governare un paese come San Cipriano d’Aversa è un compito gravoso che va svolto con perizia e attenzione? Da quello che abbiamo sentito e visto fino ad oggi non parrebbe. Il primo cittadino e la sua giunta avevano tutti gli strumenti tecnico-giuridici per impedire tale operazione selvaggia ed incontrollata, che ha consentito ad Equitalia/Brema lauti guadagni ed ha vessato i sanciprianesi! 

San Cipriano Bene Comune

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico