Aversa

Pallavolo, la Exton inizia l’anno in trasferta a Lagonegro

Aversa – Primo impegno ufficiale dell’anno 2015 per la Exton Volleyball Aversa che martedì 6 gennaio, alle ore 18, sarà ospite del Fresco il Gelato Lagonegro per giocare il terzo match di Coppa Italia di serie B1 maschile di pallavolo. Formula completamente rinnovata quest’anno per la competizione di categoria.

Le due squadre, infatti, finora si sono già incontrate due volte vincendo una gara a testa. Sull’1-1 normanni e lucani dovranno giocare altre due gare. Chi si aggiudicherà tre gare passerà alla Final Four nazionale. Qualora, invece, si dovesse terminare in parità, quindi 2-2, si ricorrerebbe alla classifica del girone di campionato che consentirebbe a chi, delle due, ricopre una posizione più alta di passare alla fase nazionale. C’è poco, dunque, da far calcoli. La squadra del presidente Di Meo deve vincere le prossime due partite, quella di domani in Basilicata e quella del prossimo 31 gennaio al PalaJacazzi di Aversa. Sui match tra Exton Volleyball Aversa e Fresco Il Gelato Lagonegro resta poco da dire.

Due squadre che si sono incontrate nove volte nelle ultime due stagioni dando luogo a gare spettacolari dall’alta pallavolo che garantiscono sempre un grande stimolo: «La sensazione è quella di giocare contro una squadra che ormai conosciamo benissimo – dice Giuseppe Scialò – come loro conoscono benissimo noi. Abbiamo giocato talmente tante partite lì da loro che il fattore campo è pressoché inesistente. È una partita molto importante poiché il suo esito condizionerà l’accesso di una o dell’altra squadra alla Final Four che tutti noi vogliamo fortemente».

A far la differenza sarà la fame di vittorie che non manca mai al sestetto aversano: «È una competizione importante ed entrare tra le migliori quattro – conferma l’opposto normanno – darebbe prestigio a questa Exton ed a tutti noi giocatori che non abbiamo mai giocato una Final Four di Coppa Italia di B1, tranne Libraro che ha giocato e vinto quella di serie A2». «Gli obiettivi personali coincidono in maniera simbiotica con quelli di squadra – conclude Scialò – vogliamo tutti la stessa cosa, abbiamo tutti un obiettivo comune che va al di là degli interessi del singolo. Io, così come ogni mio compagno, darò tutto me stesso per aiutare la squadra a raggiungere l’obiettivo a breve termine di battere il Lagonegro e quello più a lungo termine di risalire posizioni in campionato».

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico