Aversa

La Exton sconfitta al tie-break con il Lagonegro

Aversa – Doveva essere la partita del prossimo 31 gennaio al PalaJacazzi a stabilire chi sarà tra Exton Volleyball Aversa e Fresco il Gelato Lagonegro la squadra che si aggiudicherà la qualificazione alla Final Four di Coppa Italia di serie B1 maschile di pallavolo e così sarà. La squadra di coach Draganov, infatti, esce sconfitta a tie – break 3-2 (15-25; 25-17; 18-25; 25-21; 15-10) da gara tre ed ora dovrà necessariamente vincere l’ultimo match a disposizione alla fine di questo mese per poi lasciare che sia la classifica del girone C di campionato, che in questo momento vede gli aversani meglio posizionati, a decidere chi sarà la qualificata. In ogni caso resta il rammarico per una gara che si era messa bene per Di Santi e compagni che interpretano il primo set alla grande mettendo da subito in difficoltà i lucani che al primo time – out tecnico sono sotto 2-8 con un ace di Rispoli.

La squadra del presidente Di Meo da lezioni di gioco con Antonio Libraro che ferisce di seconda (4-10) e con uno Scialò in forma strepitosa che aumenta il distacco a più sette con il block out del 6-13 e poi sigla il punto del 7-16 per il secondo tecnico. Il gioco della Exton Volleyball Aversa mette in evidente difficoltà gli avversari che sbagliano anche nel finale con il servizio out di Valla (15-25) che da il primo set ai normanni. In vantaggio, i normanni dovrebbero trovare la spinta. Ed, invece, si lasciano andare non all’avversario ma a se stessi ed in breve vanno sotto 8-4.

Il secondo set si mette storto e poco si può fare. Il Fresco il Gelato Lagonegro approfitta di una battuta out di Giacobelli e si porta sull’1-1. E qui arriva la reazione che ti aspetti dalla squadra che due settimane fa in campionato ha battuto la prima in classifica. La Exton Aversa ritorna sugli scudi e gioca lucidamente. Su 2-4 Giacobelli segue il movimento dei lucani ed aspetta Salomone sotto rete per bloccarlo a muro. Gli avversari si vedono “scontati” e sbagliano, prima con una doppia di Parisi e poi con un out di Valla che vale il 3-8.

Cinque distanze di distacco sono tante. I normanni viaggiano sulle ali di un terzo set giocato come il primo e macinano punti, molti dei quali bellissimi come l’8-15 messo a terra da Antonio Libraro con una schiacciata di seconda. Il sestetto del presidente Di Meo è al sicuro e sale ancora nel finale chiuso da un muro di Giacobelli che sbarra la strada a Valla (18-25). Tutto va per il meglio. Ma la squadra di Draganov inizia ad accusare stanchezza e la lucidità scema.

Di errori Di Santi e compagni ne commettono tanti al punto da indurre il tecnico bulgaro a stravolgere la squadra nel quarto set facendo entrare, sul 13-6 di Toma, tutta la panchina fatta eccezione per Lombardi. Sul 19-11 sembra che la squadra di Bosco abbia preso il Largo ma il capitano, Di Giorgio e Saccone si rifanno sotto sul 19-15. Le distanze si riducono ancora con una float di Falanga che vale l’ace del 23-20. A realizzare i punti finali, però, sono i padroni di casa che sfruttano al meglio un block out di Valla e vanno sul 2 pari rimandando tutto ad un tie-break che inizia con una serie di errori, soprattutto in battuta, che fanno prendere il largo ai lucani sul 5-3.

Il direttore di gara sanziona le proteste di Antonio Libraro con un rosso che da ancora un punto al Lagonegro (6-3). La stessa sanzione arriva sul 12-7 con la Exton Volleyball Aversa che va a meno quattro cercando di reagire ma realizzando solo due punti. A vincere è il Fresco il Gelato Lagonegro che va sul 2-1 alla terza di quattro sfide di questa seconda fase di Coppa Italia di serie B1 maschile di pallavolo.

A decidere tutto l’ultima delle quattro partite il prossimo 31 gennaio al PalaJacazzi: «Sapevamo che quella di fine mese – dice il presidente Sergio Di Meo – sarebbe stata la gara decisiva di questa nuova formula di Coppa Italia che lascia tutto in bilico fino alla fine e così sarà, davanti al nostro pubblico del PalaJacazzi proprio come lo scorso anno. Arrivarci dopo un successo a Lagonegro ci avrebbe dato un vantaggio nell’aver vinto due delle tre gare necessarie per la qualificazione, e naturalmente siamo dispiaciuti per essere incappati in una sconfitta, ma non c’è nulla di compromesso. Dobbiamo continuare per la nostra strada come sappiamo fare e credere fortemente, come da sempre, nel raggiungimento dell’obiettivo che dipende solo da noi stessi e da quella grande voglia che tutti abbiamo nel voler regalare alla città di Aversa ed a tutti i nostri tifosi una qualificazione alla Final Four che porterebbe grande lustro a tutti».

«Incappare in una sconfitta può accadere – prosegue il massimo dirigente della Exton Volleyball Aversa – soprattutto quando si viene da uno stop dovuto alle festività natalizie, durante le quali la squadra si è allenata, però, regolarmente, e si incontra un avversario ostico come quello lucano in un match altrettanto difficile. Bisogna ripartire da dove ci eravamo lasciati in campionato, dopo la vittoria con il Civita Castellana e rimetterci in cammino per raggiungere i nostri obiettivi». Nel week end che sta per arrivare, Di Santi e compagni osserveranno un turno di riposo in campionato che da appuntamento a tutti gli appassionati per il prossimo 17 gennaio, al PalaJacazzi, contro il Gruppo Vena Cosenza: «Campionato e Coppa Italia – conclude il presidente Di Meo – andranno ora di pari passo. Star davanti al Lagonegro in campionato ci consentirebbe, in caso di vittoria in gara 4 di Coppa, di qualificarci alla Final Four. Questo, però, non deve significare sentire pressione nel dover raggiungere ad ogni costo l’obiettivo ma giocare come la Exton Aversa sa fare».

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico