Mondragone - Carinola - Falciano del Massico

Bomba carta davanti casa del vicesindaco Zoccola

Mondragone – Una bomba carta è stata fatta esplodere nella serata di martedì su un davanzale dell’abitazione del vicesindaco di Mondragone, Benedetto Zoccola, esponente del Pd.

L’ordigno rudimentale, che non ha causato feriti, ha provocato solo la rottura degli infissi ma la deflagrazione è stata udita a centinaia di metri di distanza, richiamando subito sul posto molti residenti di via Bologna – dove risiede il politico – e di strade limitrofe. Tra i primi ad arrivare sono stati i carabinieri della locale compagnia che hanno avviato indagini sull’episodio.

Zoccola, che si riconosce nell’area renziana del Pd, da tempo è sotto protezione delle forze dell’ordine dopo aver denunciato gli estorsori della sua famiglia, che pretendevano 50mila euro “per mettersi a posto” per la realizzazione di una lottizzazione di villette su un terreno avuto in eredità dal nonno. Nel 2012 gli estorsori passarono anche alle vie di fatto pestandolo a sangue. Dalle sue denunce è nato un processo in cui anche il capo dell’amministrazione comunale della cittadina – il sindaco e leader provinciale dell’Ncd, Giovanni Schiappa – si è costituito parte civile.

“Il Partito Democratico di Caserta esprime piena solidarietà e vicinanza al vicesindaco di Mondragone Benedetto Zoccola vittima di una grave intimidazione. Non saranno questi gesti a fermare l’azione di rinnovamento di uno dei comuni più importanti del litorale Domizio” ha dichiarato il segretario provinciale del Pd, Raffaele Vitale. “Solidarietà piena a Benedetto Zoccola per il vile attacco subito. Benedetto però non è solo, lo sappiano i vigliacchi che hanno colpito stasera. Tutte le donne e gli uomini che credono nel riscatto della nostra provincia sono con lui” ha affermato la deputata Camilla Sgambato, che già nelle scorse ore aveva sottolineato la necessità, dopo gli atti intimidatori a danno di sindaci della provincia, la necessità di garantire più sicurezza e serenità agli amministratori di Terra di Lavoro e al loro impegno per il territorio.

“Solidarietà piena all’amico Benedetto e ferma condanna per un atto ignobile che offende l’onorabilità della nostra onestà Comunità cittadina, attendiamo fiduciosi l’esito del difficile lavoro che stanno svolgendo, in queste ultime ore, gli inquirenti, al fine di fare la dovuta chiarezza rispetto all’accaduto”, le parole di Antonio Taglialatela, del movimento “Mondragone Città Possibile”.

Il coordinamento cittadino del Nuovo Centrodestra, in una nota, manifesta la propria solidarietà: “Tutto il circolo del Nuovo Centrodestra della Città di Mondragone, a partire dai suoi giovani, ai simpatizzanti, agli iscritti tutti, esprime la massima vicinanza e solidarietà per l’ignobile e codardo gesto che ha colpito l’Assessore all’Ambiente Benedetto Zoccola, Vice-Sindaco dell’Amministrazione comunale di Mondragone. Chiunque abbia voluto colpire l’Assessore, con qualsivoglia intento, deve sapere che Benedetto non è solo. Mondragone ripudia i vigliacchi, gli sconsiderati, i criminali. Siamo certi che oggi, la nostra città, sia pronta a reagire contro la camorra e contro ogni forma di crimine, ritorsione o violenza verso il prossimo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico