Trentola Ducenta

Botti pericolosi, gli studenti a lezione dagli artificieri dell’Arma

 Trentola Ducenta. Il Liceo Scientifico di Trentola Ducenta, su iniziativa del sindaco Michele Griffo, dell’amministrazione comunale e del dirigente scolastico, e in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri, …

… grazie alla disponibilità del comandante del reparto territoriale dei carabinieri di Aversa, tenente colonnello Vittorio Carrara, nell’ambito di una campagna di prevenzione e di sensibilizzazione contro l’uso di prodotti pirici pericolosi, che ha visto anche l’emanazione di una ordinanza del primo cittadino che ne vieta la vendita ai minori, ha ospitato una squadra di artificieri accompagnati dai militari della stazione di Trentola Ducenta, affidata al maresciallo Membrini.

All’incontro con tutte le classi del Liceo scientifico sono intervenuti, il maresciallo Antonio Cuozzo, il brigadiere Pasquale Diana e l’appuntato Gino Spacca, agli ordini del tenente Adolfo Donatiello, che ha spiegato personalmente, in modo semplice e facilmente comprensibile per i ragazzi, i pericoli che possono derivare dall’uso dei cosiddetti “botti di natale” e le conseguenze, anche tragiche, che tale uso può avere. Presenti anche il maresciallo Alfonso Casucci e il brigadiere Giuseppe Ferrari, in rappresentanza della Caserma di Trentola Ducenta.

Griffo, accompagnato dal presidente del Consiglio comunale, Alfonso Eramo, e dalla responsabile dell’Ufficio pubblica Istruzione del comune, Silvana Cavallo, ha portato i saluti dell’Amministrazione comunale ed ha spigato la finalità dell’iniziativa voluta e concordata con il dirigente scolastico Gennaro Caiazzo. “Innanzitutto, un doveroso – ha esordito Griffo – ringraziamento va rivolto all’Arma dei Carabinieri, che ci ha splendidamente coadiuvato nella campagna di sensibilizzazione, al Dirigente scolastico e a tutto il corpo docente. Naturalmente, un sentito grazie va anche agli alunni del Liceo scientifico che hanno apprezzato l’iniziativa ed hanno seguito con attenzione la relazione del tenente Donatiello, abile nel catturare il loro interesse e stimolare la loro partecipazione”.

“È bene sottolineare che un uso improprio di prodotti pirici esplodenti – ha spiegato il sindaco Griffo – costituisce un serio pericolo per chi li adopera, soprattutto se minori, e per quanti si trovano sul luogo dell’utilizzo. Abbiamo inteso, dunque, d’accordo con i dirigenti scolastici effettuare una campagna di sensibilizzazione per dissuadere i giovani dall’uso di giochi pirici pericolosi, causa di numerosi incidenti con effetti indelebili sui giovani corpi e con conseguenze che si portano dietro per tutta la vita”.

L’iniziativa di sensibilizzazione proseguirà nelle altre scuole cittadine con l’intervento dei Vigili del Fuoco, della Protezione civile e della Polizia municipale.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico