Italia

Trovato cellulare “segreto” della madre di Loris. Convalida fermo entro le 21

 Ragusa. Si attendono le 21 di venerdì sera per conoscere la decisione del gip Claudio Maggioni in merito alla convalida del fermo di Veronica Panarello, madre del piccolo Loris, brutalmente ucciso lo scorso 29 novembre.

Proseguono le indagini sul caso che è ancora un giallo per gli investigatori, ma una novità potrebbe fare luce sulla vicenda. Gli inquirenti hanno scoperto l’esistenza di un cellulare “segreto” utilizzato dalla 26enne, che potrebbe svelare nuovi particolari e fornire spiegazioni sull’omicidio.

Sarebbe stata la stessa donna a parlare del telefono, poi sequestrato. Sarebbe ora sottoposto ad analisi e si tratterebbe di un apparecchio intestato ad un’amica della Panarello, che lo avrebbe però utilizzato per qualche giorno.

La madre di Loris, nel carcere di Piazza Lanza a Catania dallo scorso martedì, continua a ribadire la sua innocenza. Nella giornata di giovedì la donna sarebbe stata interrogata per quasi 4 ore. Intanto, la polizia postale ha eseguito una verifica anche sul cellulare utilizzato dal bambino.

In corso, analisi anche sulle automobili e su altri supporti informatici appartenenti alla Panarello e al cacciatore Orazio Fidone, ancora indagato per presunto omicidio.

Nel frattempo, gli inquirenti stanno concentrando la loro attenzione su un video che ritrarrebbe la madre di Loris tornare a casa alle 8.47 di quel sabato mattina, parcheggiando l’auto, una Polo nera, davanti al garage, abitudine che in base a quanto riferito dal marito, non era della donna che posava l’auto sempre in strada.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico