Italia

Lutto cittadino per i funerali dei Mango. Malore per gli altri due fratelli

 Potenza. Mentre Lagonegro si prepara a dare l’ultimo saluto a Mango, il cantante stroncato, a 60 anni, da un infarto mentre era sul palco, non migliorano le condizioni di salute degli altri due fratelli, Michele ed Armando, ricoverati anch’essi per un malore.

I due fratelli, accorsi in ospedale per accertarsi circa le condizioni di salute di Giovanni, fratello maggiore di 75 anni, che aveva, anch’egli, accusato un infarto, ignari della morte di quest’ultimo, hanno avuto un attacco di cuore. Le condizioni al momento sono ancora critiche, tanto che per i due è stato necessario il ricovero immediato nella struttura sanitaria, dove al momento, sono ancora sotto osservazione.

Una vera e propria tragedia nella tragedia quella che ha investito negli ultimi giorni i componenti della famiglia del noto cantante. Nella giornata di mercoledì saranno, infatti, celebrati entrambi i funerali dei Mango, rispettivamente Pino e il fratello maggiore dell’artista,Giovanni Mango, pensionato di 75 anni, si è spento nella mattina di martedì aLagonegro, in provincia diPotenza, mentre si trovavanella camera ardente delcantautore, allestita nella sua villa privata.

Secondo le prime indiscrezioni, anche la morte di Giovanni sarebbe stata causata da uninfarto: l’uomo ha accusato un malore mentre si trovava insieme ai familiari per dare l’ultimo saluto al fratelloPino. Le esequie si celebreranno in due momenti diversi in due chiese diverse: mercoledìalle 11 del mattino, nellaChiesa Madre, quelli del cantante;nNelpomeriggio, nella Chiesa diSan Giuseppe, quelli di Giovanni.Nella cittadina lucana, il sindaco,Domenico Mitidieri,ha indetto illutto cittadinoper la giornata di mercoledì:“Prima Pino, poiil fratello Giovanni, sono dueluttiche hanno spezzato il cuore di tutti noi. La comunità di Lagonegro e Mango avevano un legame molto forte – ha dichiarato il primo cittadino – Pino ha sempre rivendicato nel mondo le sue origini. Stiamo vivendo un momento di grande turbamento e confusione”.

Nella giornata di martedì, sono state centinaia le persone che hanno raggiunto la camera ardente, nella villa di Mango, vicina al centro di Lagonegro: due ingressi, pochi metri in un giardino e poi la casa. Una sosta di pochi minuti davanti alla bara e la firma su un registro, prima di tornare fuori. Il cantante – autore di tante canzoni di successo – è stato ricordato anche dal viceministro dell’Interno, Filippo Bubbico (Pd): “un artista bravo, raffinato, serio”, ha detto. Un consigliere regionale lucano, Paolo Castelluccio (Forza Italia), ha annunciato di voler chiedere al Comune di Policoro di intitolare a Mango il Pala Ercole, dove il cantante è morto.

Intanto, su Facebook è partita un’altra proposta: un “live” di beneficenza per continuare idealmente quanto Mango stava facendo a Policoro. La serata e il concerto, infatti, erano stati organizzati per raccogliere fondi da utilizzare per costruire alcune scuole in Africa. In Rete si sono moltiplicati i messaggi di cordoglio per ricordare Mango (l’hashtag #mango è tra i primi in Italia). Non mancano però le polemiche, per la condivisione del video che ritrae gli ultimi istanti di vita del cantante.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico