Italia

Germania: ucciso ristoratore di Vasto. Polizia ferma presunto assassino

 Berlino. È giallo in Germania, per l’uccisione di un ristoratore italiano, trovato senza vita davanti al suo locale.

Il 51enne, Domenico Antonio Battista, è morto in seguito all’esplosione di 14 pallottolle, a Nierstein in Renania, vicino Maniz. Originariodi Vasto, in provincia di Chieti, l’uomo si era trasferito in Germania per trovare fortuna. Chi lo conosceva lo definivaun “brav’uomo”, “gentile ed educato”, e non si sarebbe mai aspettato che venisse assassinato. L’omicidio è avvenuto in una località solitamente tranquilla: la cittadina è sotto choc.

La polizia tedesca ha fermato un 36enne, anch’egli italiano, indagato per omicidio. Non è residente nella zona e non avrebbe ancora parlato con gli inquirenti, che hanno dichiarato: “Non si esclude nessuna pista, neppure quella della criminalità organizzata mafiosa”.

“Il 36enne arrestato conosceva personalmente la vittima- ha detto la procuratrice generale Andrea Keller, che si occupa del caso -Ma per quanto ne sappiamo non lavorava nel ristorante La Casa”. L’attività era gestita dalla vittima insieme al fratello Mario da 17 anni.

La madre di Battista: “Voglio sapere la verità sulla morte di mio figlio Domenico, nessuno me lo può ridare, ma voglio sapere perché lo hanno ucciso in questo modo. Gli ho sempre detto di stare attento e di essere prudente. Ed ora me lo hanno ucciso”.

In base a quanto riferito dagli agenti, i colpi d’arma da fuoco sono stati sparati dall’esterno verso l’interno del locale, ma non si può ancora parlare di omicidio mirato.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico