Esteri

Germania, per la prima volta un land elegge leader comunista

Bodo Ramelow Berlino. Il partito comunista riformista La Sinistra ha preso il potere in Turingia, un land della Germania, per la prima volta dalla riunificazione, mettendo fine a 25 anni di governi conservatori e dando nuova linfa al centrosinistra che si prepara a fronteggiare Angela Merkel alle prossime elezioni federali.

La Sinistra, che ha radice nel Partito unito socialista (Sed) un tempo al governo della Germania Est e artefice del Muro di Berlino, reggerà l’amministrazione del land a sudest di Berlino in una coalizione a tre con socialdemocratici (Spd) e Verdi.

La Turingia ha votato a settembre in elezioni regionali che non hanno dato un chiaro vincitore e innescato defatiganti negoziati tra quattro partiti. Alla fine l’accordo è stato stretto dalle tre formazioni orientate a sinistra e oggi l’Assemblea dello stato federato ha eletto Bodo Ramelow della Linke, un sindacalista 58enne proveniente dalla Germania ovest, premier della Turingia.

E’ la prima volta che i tre partiti governano assieme in uno dei 16 stati della Repubblica federale. Se avranno successo in Turingia, potrebbero decidere di unire le forze alle prossime politiche nel 2017, cercando di scalzare la Merkel dal potere.

L’Spd, che partecipa al governo federale di “grande coalizione” con la cancelliera conservatrice, ha rifiutato a lungo di collaborare con La Sinistra a livello nazionale, soprattutto a causa della sua politica estera, che la vede contraria alla Nato.

La Merkel non ha commentato il risultato, dicendo che il suo partito lo rispetterà. Il vice cancelliere Sigmar Gabriel, leader nazionale dell’Spd e probabile sfidante diretto della Merkel nel 2017, ha denunciato la crescente “isteria” sulla Turingia. “E’ un nonsense” pensare che Ramelow voglia restaurare il comunismo, ha detto.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico