Capua - Grazzanise - Vitulazio - Camigliano - Pastorano - S.Maria la Fossa

“Maestri in Fiera”, inaugurata la seconda edizione

 Capua. Ha preso ufficialmente il via venerdì mattina la seconda edizione di “Maestri in Fiera”, che si terrà fino al giorno dell’Immacolata nel polo fieristico “A1 Expo” (uscita A1 Capua), per poi tornare il 12, 13 e 14 dicembre.

Insieme al presidente dell’A1 Expo, Antimo Caturano, al taglio del nastro hanno preso parte l’assessore provinciale Stefano Giaquinto e il sindaco di Pastorano, Giovanni Diana. “Con immensa gioia diamo il via oggi a questa nuova edizione.Più forti di tutto, del cattivo tempo, della crisi, del clima di scetticismo che a volte ci circonda”, ha detto il presidente Caturano, che ha aggiunto: “Il nostro impegno è rivolto non solo a lavorare in sinergia con istituzioni e associazioni, ma anche a rafforzare le nostre manifestazioni e l’offerta di questo polo fieristico, con tutto l’indotto che ne deriva”.

“C’è grande entusiasmo tra gli espositori e questo non può che gratificarci. – ha affermato l’assessore Giaquinto – Gli spazi espositivi sono ricchi di eccellenze non solo campane, un dato a conferma del fatto che la nostra non è la Terra dei Fuochi”.

Dopo la benedizione di padre Giovanni Torcione, si è alzato il sipario sugli stand degli oltre trecento espositori, divisi in tre macrosezioni: artigianato (casa, enogastronomia, moda, hobby), nozze e cake design, quest’ultima sotto l’egida della cake designer Teresa Insero.

Intanto, c’è già fermento per domani per l’arrivo in fiera di Antonio Crispino, concorrente del programma di Real Time “Bake Off Italia”, che terrà dimostrazioni di pasticceria napoletana. In particolare, la “protagonista” sarà la torta caprese, il dolce che l’ha reso famoso in quest’ultimo periodo, come lui stesso ha affermato. Crispino, insieme ad altri famosi pasticceri e decoratori, ha aderito all’iniziativa di beneficenza in favore dei ragazzi disabili colpiti dall’alluvione in Liguria. La sua caprese, infatti, sarà messa all’asta e il ricavato sarà interamente devoluto all’Onlus Anffas (Associazione nazionale di famiglie di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale), per la costruzione di alloggi e laboratori.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico