Italia

“M.A.F. Mythos, arte e foto” allo Spazio Nea di Napoli

Napoli – Ultima tappa per l’associazione “M.A.F. Mythos, arte e foto”: nello Spazio Nea, in via Costantinopoli 53, a Napoli, dove è stato presentato il catalogo, edito da Iemme edizioni.

Il lavoro editoriale è stato realizzato con le 45 immagini dei 15 giovani fotografi che hanno seguito il laboratorio sulla mitologia che punta alla valorizzazione del patrimonio archeologico e culturale della Neapolis greco-romana. “M.A.F. Mythos, Arte e Foto” è un’iniziativa del progetto “Napoli Città Giovane: i giovani costruiscono il futuro della Città”, promosso dall’assessorato ai Giovani e alle Politiche Giovanili del Comune di Napoli e realizzato nell’ambito dei Piani Locali Giovani – Città Metropolitane, promossi e sostenuti dal Dipartimento della Gioventù – Presidenza del Consiglio dei Ministri e dall’Anci – Associazione Nazionale Comuni Italiani. I fotografi selezionati nelle tre categorie sono: (Under 18) Andrea Cacace, Alessandro Ruoppolo, Camilla Ruco, Yohan Lakshan, Alì Mohammed; (Under 25) Alessandro Gattuso, Carmine dell’Anno, Marianna Canciani, Andrea Savoia, Maria Perlifonova; (Under 35) Emanuela Amadio, Emanuela Gasparri, Florian Castiglione, Filippo Micheli, Federica Di Lorenzo.

Gli studenti, selezionati con un bando pubblico aperto a giugno, hanno seguito lezioni di fotografia, archeologia e filosofia, tenute da Adelaide Di Nunzio, Pier Francesco Lanzillo, Simona Fedi e Filippo Vosa. Archeologia, fotografia e filosofia si sono fuse in un’unica disciplina per creare un percorso comune di condivisione e integrazione: tra i ragazzi che hanno frequentato il laboratorio fotografico ci sono tre giovani provenienti da Russia, Bangladesh e Sri Lanka.

Gli studenti, attraverso la fotografia, hanno elaborato i miti di Dioniso, Partenope, Apollo e Mithra e attualizzato le divinità in luoghi-simbolo della città di Napoli, da Posillipo alla Cripta dell’Asilo Filangieri, passando per il lago d’Averno. Gli scatti sono affissi negli spazi pubblicitari del Comune, nel centro storico di Napoli, e saranno “esposti” fino al 18 gennaio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico