Napoli Prov.

Fuochi, il grido d’allarme dei pirotecnici casertani

 Caserta. Mentre i medici sono a consulto l’ammalato muore. E’ questa la fine che stanno facendo i pirotecnici casertani. Non basta la crisi che ha investito tutti i settori, tra cui quelli ludici, considerati non strettamente indispensabili.

Non bastano i rischi intrinseci connessi con l’attività pirotecnica. Ora i “fuochisti” si trovano a lottare anche contro certe Istituzioni che, perseguendo pervicacemente una politica attendista, sembra vogliano distruggere l’intera categoria, ritenendo che i fuochi, legalmente riconosciuti e certificati, costituiscano pericolo per la pubblica e privata incolumità nonché per l’ambiente.

E’ un grido di dolore, infatti, quello che si alza dalle varie aziende casertane ancora in attesa di una risposta delle autorità preposte. A rimetterci, di conseguenza, sono anche i dipendenti delle aziende che si ritrovano senza né lavoro né stipendio e con mogli e figli a casa a cui non poter garantire sostentamento. Ciò accade sia in Terra di Lavoro che in altre province campane.

“Perché tutta questa fermezza ed ostinazione in terra casertana verso la nostra attività?”, si chiedono dall’Apc (Associazione pirotecnica campana). Una situazione che, tra l’altro, avviene proprio nel periodo di festività natalizie, quello da sempre più fiorente per i pirotecnici, che garantisce lavoro alle aziende e divertimento alla popolazione.

“Lassismo e paura ingiustificati rischiano di far scomparire il settore – sottolineano dall’Apc – e con esso un patrimonio di abilità e di fantasia accumulati da generazioni di maestri artigiani pirotecnici. Non sono certamente i fuochi d’artificio legalmente riconosciuti e certificati, secondo le direttive dell’Unione Europea recepite regolarmente in Italia, a costituire pericolo per la pubblica e privata incolumità e per l’ambiente. Dovremmo preoccuparci degli ordigni abusivi e non di quelli regolarmente riconosciuti”.

Delfina Giuliano

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico