Aversa

Politiche sociali, sgravi per famiglie con diversamente abili

 Aversa. Novità in vista nel campo delle politiche sociali grazie agli emendamenti che sono stati approvati in sede di varo del bilancio preventivo per il 2014.

La commissione consiliare competente, con i consiglieri Paolo Galluccio, Michele Galluccio, Augusto Bisceglia e Pasquale Pandolfi, ha dato il via all’iter che porterà facilitazioni economiche, giostrine e alla casa dell’acqua. In riferimento all’emendamento “Sgravi per famiglie con componenti diversamente abili”, approvato durante l’ultimo consiglio comunale la Commissione, dopo aver interpellato la Consulta dei disabili ha individuato come sgravio fiscale una riduzione nel pagamento della Tari.

Le forme di agevolazione saranno legate sia all’invalidità che all’indicatore Isee. Questi i gradi e le forme di invalidità stabiliti per aver diritto all’agevolazione: persona con invalidità dal 80% non autosufficiente; persona priva di vista (legge 382/70 e 508/88); persona sordomuta (legge 381/70 e 508/88); disabile al quale è stato riconosciuto lo stato di handicap grave, in conformità a quanto disposto dall’articolo 3 comma 3 legge 104/92. In base alle domande pervenute la somma prevista (diecimila euro) sarà suddivisa equamente per un massimo del 30% della rata complessiva della Tari.

Le agevolazioni varate saranno applicate alla data di effettiva sussistenza delle condizioni di fruizione debitamente dichiarate e documentate. Riguardo al secondo emendamento relativo alla realizzazione di giostrine in periferia, sono state individuate due zone: una nell’area Iacp di via Filippo Saporito (bisognerà chiedere l’autorizzazione all’Istituto casertano) la seconda presso un’area di via san Lorenzo nei pressi del campo di calcio comunale. Infine, si è parlato dell’emendamento relativo alla realizzazione della casa dell’acqua per la quale si è ipotizzata l’installazione nell’area del Parco Pozzi nella zona del parcheggio, facilmente fruibile, sottolineando l’importanza di questa struttura tesa a sensibilizzare la popolazione sia sotto l’utilizzo di minor bottiglie di plastica che sotto l’aspetto dell’uso dell’acqua pubblica come risorsa da poter utilizzare in modo corretto, senza spreco.

Il consigliere Michele Galluccio, insieme agli altri componenti, ha rimarcato come l’aver votato questi emendamenti ha fatto sì che il Consiglio, nella sua interezza, si sia impegnato a portare avanti queste tematiche e la commissione ha voluto dare il proprio contributo per poter dare quanto prima seguito entro fine anno agli atti amministrativi per poterli realizzare.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico