Aversa

Commissione Trasparenza, Capasso si astiene dai lavori

 Aversa. Il consigliere comunale Rosario Capasso, capogruppo di “Noi Aversani”, comunica che si asterrà da qualsiasi lavoro della commissione consiliare permanente di Controllo e Garanzia “che non sia in linea rispetto alla proiezione della sua istituzione”.

Ciò perché la commissione, sostiene Capasso, “in virtù della rivisitazione della geografia consiliare oggi mi trovo da solo a rappresentare la maggioranza”.

Ma non è questo il punto. “Essendo stato travisato il suo ruolo primario – sottolinea il capogruppo – la stessa è diventata una commissione ‘inquisitoria’ e che non si attiene al dato formale a monitorare se gli obiettivi del Consiglio sono stati attuati, ma per converso passa al setaccio solo pratiche edilizie valutando il dato tecnico scendendo nel merito delle vicende senza averne nemmeno le competenze tecniche. Questo modus procedendo è in contrasto con la ratio istitutiva della Commissione permanente di controllo e di garanzia”.

“Pertanto – continua Capasso – fin quando non si faranno delle verifiche sull’operato della struttura burocratica onde valutare la coerenza delle attività poste in essere dagli organi competenti rispetto agli obiettivi posti dal Consiglio (ad esempio, i servizi erogati dall’Ente e la qualità degli stessi), non parteciperò più ai lavori della commissione”.

Il consigliere fa anche presente che “il nuovo quadro normativo di riferimento sancito dal legislatore prevede una tripartizione di responsabilità: quelle di indirizzo e di controllo politico attribuite al Consiglio; quelle di amministrazione attribuite al sindaco, coadiuvato dalla Giunta; quelle di gestione attribuite ai dirigenti”.

“Pertanto – conclude – surrogare poteri ad organi a ciò deputati non mi appartiene e fin quando non si rientrerà nel solco naturale delle funzioni della commissione mi asterrò dai lavori”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico