Teverola

Mostra canina amatoriale: gli amici a quattro zampe in scena al Medì

 Teverola. “Più conosco le persone e più amo il mio cane”. A dirlo era Socrate, noto filosofo greco, ma la frase ricorre ancora oggi nelle menti di uomini di mezzo mondo e di tanti “padroni” che si rifugiano nelle coccole del migliore amico che ci sia quando hanno bisogno di staccare rispetto alla realtà.

Un amore eterno che ancora oggi continua e la Mostra canina amatoriale, organizzata al centro commerciale “Medì” nella mattinata di domenica 9 novembre, ne è stato un esempio. La manifestazione è stata promossa con forza dal movimento ecologista Europeo “Fare Ambiente”, in collaborazione con il Centro Cinotecnico Campano, dalle Guardie Ecozoofile della stessa associazione, dall’Associazione Micologica del Matese, sezione Tartufi, dal Forum dei Giovani di Teverola e dall’Enci (Ente nazionale cinofilia italiana). In finale sono arrivati un American Staffordshire Terrier, un chiwawa e un lupo cecoslovacco.

Il gradino più alto del podio è andato al primo dell’ordine, che sbaragliato la concorrenza per eleganza, presenza e perfetta simmetria corporea. E’ parso particolarmente soddisfatto per lo svolgimento dell’evento Gennaro Caserta, coordinatore provinciale di “FareAmbiente” Caserta: “Una manifestazione che mette in risalto le risorse che la Campania sa offrire. Siamo a supporto di queste iniziative perché siamo un’associazione ambientalista e, dunque, a supporto della realtà canina. La cosa principale che vogliamo sottolineare è che si tratta del primo evento, a cui seguiranno sicuramente altri. Anticipo che il prossimo lo stiamo programmando per la primavera che si avvicina. Gli animali sono amici degli uomini e noi, come FareAmbiente, siamo vicini agli uomini ed agli animali. Ci tengo a ringraziare il Centro cinotecnico campano, che ha sede in Casaluce, per l’impegno profuso per la realizzazione di questa manifestazione”.

Pasquale Ragozzino, comandante provinciale delle guardie zoofile di “FareAmbiente”, pone l’accento sul rapporto uomo-cane: “E’ stata un’iniziativa lodevole che ha riscosso particolare successo. Uomini e animali sono legati da un attaccamento particolare. Vogliamo tutelare gli amici a quattro zampe. Il nostro fine principale è garantire che il cane sia trattato con la maggior dignità possibile e che abbia l’attenzione che meriti. Dobbiamo trasmettere l’immagine di un’Italia prima per l’agricoltura e per i prodotti tipici, specialmente è per questa terra, per quella aversana. L’agricoltura era la base di sostentamento della vita di ogni nucleo familiare. La nostra terra deve ritornare a vivere”.

A seguire il servizio realizzato nel corso dell’evento:

VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico