Succivo

“Il Fenicottero”, Renzo Paris alla Casa delle Arti

 Succivo. Venerdì 28 novembre alla Casa delle Arti di Succivo, alle ore 18.30, nell’ambito della rassegna culturale organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Succivo in collaborazione con le Associazioni Spaccio Culturale e Artisticamente …

… si svolgerà l’incontro con Renzo Paris, autore de “Il Fenicottero” – Elliot editore, una narrazione romanzata dellla vita “segreta” di Ignazio Silone, autore di libri capolavoro quali Fontamara (tradotto in 66 lingue e tuttora uno dei libri italiani più venduti nel mondo), Il Segreto di Luca, Vino e Pane, Uscita di Sicurezza, Il Seme sotto la Neve, Una manciata di more, l’Avventura di un povero cristiano. Paris scandaglia la vita di Silone, al secolo Secondino Tranquilli, negli anni dalla nascita – avvenuta nel 1900 – al 1930-31, attraverso una audace lettura del “lato oscuro” di uno dei più grandi scrittori del nostro Novecento, nonchè militante della gioventù socialista dal 1915 al 1919 e poi tra i fondatori e massimi dirigenti del Pci, “fenicottero” (così venivano chiamati i militanti rivoluzionari) incaricato di tessere la rete della struttura clandestina del Partito sotto il Regime Fascista fino alla sua espulsione dal Partito stesso sancita nel 1931, epilogo di una dolorosa crisi di ripensamento dovuta ai metodi autoritari e intolleranti dello stalinismo, alla constatazione dell’involuzione burocratica e repressiva dello Stato sovietico, al fallimento degli ideali rivoluzionari.

Un libro che segna una nuova tappa “poetica” del viaggio di Paris nella memoria del Novecento e nelle sue disillusioni, incominciato con Album di Famiglia, Il Fumo Bianco (non a caso due libri di poesie), La Vita Personale, La Banda Apollinaire, Il Conte Libertino e la riedizione di Cattivi Soggetti, ancorchè di Cani Sciolti, il libro cult dello scrittore di Celano trapiantato a Roma dall’età di 15 anni – toh, proprio come Silone.

E non risiedono solo in questo dato geo-anagrafico le “coincidenze” tra i due scrittori marsicani, ma anche – sia pure con approcci diversi – nello scandaglio delle comuni radici etniche: in Paris con Frecce Avvelenate, Ultimi dispacci della notte – dove Silone già appare come personaggio romanzato – I Ballatroni, La Croce Tatuata. Il Fenicottero – Vita segreta di Ignazio Silone- è un libro stimolante,che mette insieme romanzo e saggio, scritto con lucidità e un sottile velo di poesia, da un marsicano “per” un altro marsicano, al di fuori della monumentalizzazione e /o santificazione dell’icona. Oltre all’autore ci saranno gli interventi di Sandrino de Fazio e dell’Assessore alla Cultura Gianni Aversano, con il contributo artistico di Pio del Prete e Salvatore Acerbo alla chitarra.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico