Sant’Arpino

Rinascita: “No a campagna elettorale sulla mensa scolastica”

 Sant’Arpino. Come sempre più spesso capita nel nostro paese, siamo costretti a denunciare la mancata trasparenza di alcuni atti dell’amministrazione comunale.

L’ultimo caso riguarda l’assegnazione dei buoni pasto per la mensa scolastica delle scuole materne. In questi giorni la giunta municipale ha deciso di prelevare dal Fondo di Riserva del Bilancio Comunale le somme necessarie per garantire gratuitamente l’accesso alla mensa agli alunni appartenenti alle fasce sociali meno abbienti.

Una decisione che ci lascia quantomeno perplessi, dato che questi soldi potevano essere facilmente reperiti se l’intera “questione mensa” fosse stata gestita con maggiore oculatezza e serietà sin dall’inizio. Ci chiediamo che senso abbia decidere un prelievo dal Fondo di Riserva, se solo poche settimane fa si è letteralmente imposto alle famiglie degli alunni di ritirare i blocchetti mensa presso uno sportello di Poste Private con relativo esborso aggiuntivo per garantire l’aggio a questa agenzia? I nostri amministratori sanno che il Fondo di Riserva esiste per essere utilizzato solo ed in determinati casi, che debbono avere i requisiti dell’urgenza e dell’imprevedibilità?

E sicuramente la scelta – meritoria – di garantire il pasto gratuito ad alunni non era imprevedibile, ma dovrebbe e doveva essere conseguenza di una ben determinata opzione politico-amministrativa. Ma in tutta questa strana storia quello che lascia ancora più perplessi è la poca, per non dire inesistente, trasparenza e mancanza di criterio oggettivi con cui sono stati scelti i beneficiari di tali agevolazioni.

E ancora, paradosso dei paradossi, in questi giorni si sentono voci (messe in giro ad arte?) secondo le quali questi pasti gratuiti sarebbero stati gentilmente offerti dalla benevolenza di qualche assessore. Niente di più falso. Cari amici santarpinesi a pagare questi pasti siamo tutti noi con le nostre tasse finite nel già citato fondo di riserva.

Non vorremmo che le insinuazioni di cui sopra non fossero altro che il maldestro tentativo di qualcuno di inaugurare la propria personale campagna elettorale. Noi di Rinascita non consentiremo mai di giocare né sulla pelle dei nostri bambini, né tantomeno sulle difficoltà economiche dei nostri concittadini.

Rinascita Santarpinese

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico