Gricignano

Moretti: “Ci tocca risolvere i disastri dei nostri predecessori”

Andrea Moretti Gricignano. “Incapacità o malafede dell’opposizione?”. Se lo chiede il sindaco Andrea Moretti dopo le accuse di “sprechi e omissioni” lanciate all’indirizzo della sua amministrazione comunale dai consiglieri di minoranza e dalle associazioni “Gricignano Attiva” e “Gricignano in Movimento”.

Accuse contenute in giganteschi manifesti 6×3, poi “ritirati” per motivi non specificati. “O ignorano le cose oppure mentono spudoratamente sapendo di mentire”, è l’opinione del primo cittadino che risponde, punto su punto, alle critiche mosse riguardo al suo operato. In primis, sul presunto sperpero di un milione e mezzo di euro.“Quell’importo, – spiega Moretti – è un avanzo di amministrazione, derivato in gran parte dalla Tarsu arretrata della Mirabella Spa, ed è servito per pagare impegni della commissione straordinaria e debiti con il Cub – Consorzio unico di bacino – che si occupava della raccolta rifiuti. E non sono bastati, purtroppo. Abbiamo dovuto, infatti, contrarre un mutuo di altri sei milioni sempre per pagare debiti pregressi dalla precedente amministrazione”.

Anche l’accusa di aumento delle tasse viene respinta da Moretti, che sottolinea: “Gli aumentati costi di gestione e la diminuzione dei trasferimenti dallo Stato, grazie alla capacità di questa amministrazione, non sono stati fatti gravare sui bilanci delle famiglie. Per loro, di fatto, non sono stati aumentati la Tari, l’Imu e l’addizionale Irpef. E’ stata istituita la Tasi, perché legge dello Stato, con aliquota che abbiamo fissato quasi al minimo (1,5%, solo lo 0,5 in più rispetto all’1% di base), come si può evincere prendendo come riferimento altre realtà locali”.

Sulle detrazioni per disabili e fasce più deboli, il sindaco chiarisce: “Le detrazioni in merito saranno riconsiderate nell’ambito di un più preciso approfondimento della tematica”.

Una replica, che in realtà si trasforma in una contraccusa, arriva da Moretti anche in ordine al problema dei miasmi nauseabondi addebitati ad un’azienda di trattamento rifiuti presente nella zona industriale: “I miasmi – afferma Moretti – sono stati causati dalla gestione della precedente amministrazione, il cui principale responsabile, guarda caso, oggi è il più importante ‘suggeritore’ dell’attuale opposizione. Troppi sono i disastri compiuti dalla passata amministrazione, vedi Ecotransider, parcheggio di piazza Municipio, manto stradale di via Sant’Antonio Abate, complesso sportivo di via Falciano, danni causati dalla Gmc, sito di stoccaggio da bonificare, la problematica dell’area Asi per una delibera di uscita dal consorzio non perfezionata, atti amministrativi inguardabili ed altro ancora”.

“E purtroppo – continua il primo cittadino – per risolvere tutte queste cose occorrono i tempi giusti. Intanto, l’attuale opposizione, che rappresenta l’eredità politica di quei signori, è la meno indicata a dare lezioni a noi che, con sacrificio e competenza, ci stiamo dedicando alla risoluzione dei tanti problemi lasciati da chi ci ha preceduto”.

Il sindaco, rivolgendosi direttamente alla minoranza, conclude: “Sappiamo che siete impazienti, e ci dispiace che vi corrodete dentro, ma il tempo lavora per noi. I conti li faremo alla fine”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico